Le uguali diversità, per riflettere con i ragazzi
I giovani attori sul palco con Gigliola Amonini

Le uguali diversità, per riflettere con i ragazzi

Tema di stretta attualità quello sviscerato durante il laboratorio teatrale Quadrato Magico ragazzi, diretto dalla sempre scoppiettante Gigliola Amonini. Un successo lo spettacolo al teatro Frassati

Il tema – quello della diversità – è stato affrontato e sviscerato a 360 gradi sia durante il percorso laboratoriale, il più faticoso ma estremamente ricco di soddisfazioni a livello artistico e umano, sia durante il frutto finale di questo lavoro: lo spettacolo conclusivo in cui i ragazzi si sono dovuti misurare con il pubblico (di familiari e amici), con la propria capacità di stare sul palco, di coordinarsi con gli altri compagni, di gestire le forti emozioni. Per una giornata da ricordare per sempre.
Così è stato, domenica scorsa, sul palcoscenico del teatro Frassati di Regoledo di Cosio Valtellino dove è andato in scena lo spettacolo “Le uguali diversità” del laboratorio teatrale Quadrato Magico ragazzi, diretto dalla sempre scoppiettante Gigliola Amonini.
Si vive oggi in una società multietnica creata dall’incontro di esseri umani che si muovono sulla terra in cerca di migliori prospettive per il futuro, le stesse che andavano cercando gli antenati quando partivano per mare verso terre lontane. Ecco che attraverso storie di emigrazione che appartengono al back-ground di tutti (consapevolmente o no), la rappresentazione ha cercato – e ci è riuscita - di promuovere il valore della diversità accompagnando i ragazzini con spavalda allegria alla scoperta “dell’altro degli altri”.
«Siamo felici – commenta la regista -. Il pubblico era attento soprattutto ai contenuti che lo spettacolo dei bambini andava mostrando. Qualcuno si è commosso, qualcun’altro sosteneva che, forse, sarebbe dovuto andare in scena prima e non il giorno stesso delle elezioni, per fare in modo che ci fossero margini di riflessione sulla valenza della diversità. I ragazzini sono stati bravi, bravi come possono esserlo dei giovani che si cimentano nell’arte teatrale con le caratteristiche della loro età e dei loro caratteri e predisposizione. Gli attori sono stati affiancati in scena da nonno Roberto sempre giocosamente presente e da un provatissimo “butta in scena”, nonché da otto comparse, genitori precettati per interpretare sul palco omologati asini raglianti». E, alla fine dell’emozionante esperienza, poesie, belle parole, abbracci e un pizzico di nostalgia per il percorso che è giunto a conclusione (almeno fino al prossimo appuntamento … ). Applausi generosi per gli attori in erba. Ecco i loro nomi: Annalisa Marchini, Alice Ioli, Alisia Hasani, Alessandro Bianchini, Carlotta Sofia Arrostuto, Elena Nicastro, Giulia Di Carlo, Giulia Maria Riboni, Krishna Barbera, Laura Flora Ferrario, Lorenzo Ioli, Margherita Barri, Riccardo Vanini, Rubina Angela Borla, Saul Miozzo, Stella Curtoni, Natalia Szabo, Valentina Conforti, Victoria Bonacina e Zoe Stuffo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA