«Le imposte sono troppo alte?  Paghiamole con i lavori utili»
Il consiglio comunale: ma prima il passaggio in commissione

«Le imposte sono troppo alte?

Paghiamole con i lavori utili»

Forza Italia vuole introdurre in città il baratto amministrativo. Rebai: «L’obiettivo è andare incontro ai cittadini che sono in difficoltà».

Per chi non riesce a pagare le imposte locali Forza Italia lancia l’idea del “baratto amministrativo”, il meccanismo che consente di saldare una parte delle tasse comunali attraverso lavori di pubblica utilità, anziché in denaro.

La proposta è contenuta in una mozione che il capogruppo Filippo Rebai ha presentato per il consiglio comunale della prossima settimana: il documento chiede all’amministrazione di impegnarsi ad applicare in città il baratto amministrativo, incaricando poi la commissione consiliare di mettere a punto un regolamento ad hoc.

La possibilità del baratto amministrativo, come ricorda la mozione, è stata introdotta da un articolo del decreto Sblocca Italia, e diversi Comuni si sono attivati negli ultimi mesi per mettere in campo questo strumento, con modalità differenti: in alcuni casi per i cittadini in situazione di morosità incolpevole che possono così saldare il proprio debito con il Comune, in altri con uno sconto sulla tassa rifiuti per chi fa piccoli interventi di manutenzione, come la cura delle aiuole o l’imbiancatura delle aule scolastiche.

«L’obiettivo è andare incontro ai cittadini che attraversano un momento di difficoltà e quindi fanno fatica a pagare le imposte locali – spiega Rebai -, offrendo loro la possibilità di coprire una parte degli importi impegnandosi in lavori per la collettività, dalla pulizia del verde alla manutenzione dei beni pubblici. Molti Comuni con amministrazioni di diverso orientamento politico hanno già deciso di mettere in campo questo sistema, e di recente anche una grande città come Milano ha deciso di sperimentarlo».

E secondo Forza Italia anche a Sondrio il baratto amministrativo potrebbe diventare una soluzione interessante per tutti quei cittadini che, per un imprevisto o una difficoltà momentanea, faticano a mettere insieme le cifre richieste per le imposte locali. E potersi impegnare in un intervento utile a tutti diventa anche «un elemento di dignità», dice Rebai, per chi attraversa un momento difficile sul fronte economico, ma vuole fare la sua parte nella vita della comunità.

Forza Italia ha quindi deciso di mettere sul tavolo la mozione dedicata al «patto di collaborazione tra cittadini e amministrazione comunale per la cura e la rigenerazione dei beni comunali urbani, per interventi di riqualificazione urbana e tutela e valorizzazione del territorio», come punto di partenza per lavorare sul provvedimento. «La richiesta è di avviare il percorso in commissione – spiega Rebai – perché ci saranno vari elementi su cui ragionare insieme, dalle percentuali di riduzione alle modalità operative, alle tipologie di attività da mettere in campo. Per creare il regolamento, comunque, si potrà anche prendere spunto dalle esperienze di altre città, non si dovrà partire da zero». E questo percorso, sottolinea il capogruppo di Forza Italia, è anche «compatibile» con il tema della cittadinanza attiva e del “volontariato civico”, al centro del regolamento proposto dai gruppi di maggioranza che sarà esaminato dal consiglio sempre nella seduta della prossima settimana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA