Le cresime alla Collegiata  «Una missione in comunità»

Le cresime alla Collegiata

«Una missione in comunità»

Di San Rocco, Sacro Cuore

e dell’Angelo Custode i bambini

davanti a monsignor Zanotta

Una lunga fila di “testimoni” («in greco “mártyres” che noi però traduciamo con altro vocabolo» ha detto monsignor Giuliano Zanotta, vicario generale della Diocesi di Como) è scorsa lungo tutta la navata della Collegiata per ricevere l’olio profumato della cresima, «quel profumo di Gesù, il sigillo dello Spirito Santo che vi accompagnerà in questa vostra missione nella comunità cristiana - sono state ancora le parole di monsignor Zanotta - Non è facile, oggi, essere cristiani; mai stato facile».

Il weekend è stato “costellato” di cresime: sabato con le bambine e i bambini di San Rocco (65), domenica mattina (53) del Sacro Cuore e dell’Angelo Custode e domenica pomeriggio è stata la volta dei loro “colleghi” della Beata Vergine del Rosario, di Mossini e di Triangia.

A officiare, nei tre momenti celebrati in Collegiata, monsignor Zanotta coadiuvato da don Francesco (del Sacro Cuore) e don Michele (del Rosario).

Tra i protagonisti di queste giornate anche Giulia, Tommaso, Alessia e Federico. Quattro ragazzi che hanno predisposto per la giornata della Cresima un “ricordo” frutto del loro impegno manuale e creativo: hanno impastato l’argilla, ne hanno ricavato delle bomboniere, le hanno cotte, le hanno riempite di confetti e confezionate (aiutati nella loro opera da Antonio Abate e dalle volontarie Laura e Elena).

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” in edicola lunedì 20 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA