Le cantine fanno gola, è una corsa a tre
Centinaia di appassionati per Morbegno in cantina (Foto by Archivio)

Le cantine fanno gola, è una corsa a tre

Manifestazione di interesse da parte di Pro loco, Porte di Valtellina e consorzio Città di Morbegno.

Corsa a tre per la gestione di Morbegno in cantina. Lo conferma il vicesindaco Gabriele Magoni, che ora dà per certi i candidati che finora erano rimasti, chi più chi meno, nella sfera dell’ufficiosità. «La Pro loco di Morbegno si era esposta ufficialmente e la sua è una delle tre manifestazioni di interesse che ci sono arrivate lunedì - afferma -. A questa si sono aggiunte le proposte del consorzio Città di Morbegno e quella del consorzio turistico Porte di Valtellina. Entro qualche giorno renderemo nota la nostra scelta».

Quest’anno, per via delle recenti disposizioni normative che impediscono l’affidamento diretto di queste manifestazioni da parte del Comune (sinora l’evento veniva affidato a Porte di Valtellina), la gestione di Morbegno in cantina cambia rotta e verrà affidato a terzi attraverso l’avviso di interesse emanato dall’amministrazione comunale, alla quale spetta l’ultima parola in merito al futuro gestore.

Il Comune dovrà quindi scegliere fra il neonato consorzio Città di Morbegno, voluto proprio dalla giunta Ruggeri per gestire gli eventi cittadini, il consorzio Porte di Valtellina, che per 20 anni ha curato la regia delle cantine e al quale Comunità montana e Comuni hanno rinnovato la fiducia (nei Comuni si svolgono contemporaneamente alle cantine cittadine le iniziative Gustosando e Sentiero dei vini) e la Pro loco di Morbegno, che in città cura diverse iniziative. Quello che è certo è che Morbegno in cantina si farà anche quest’anno, nonostante le complicazioni burocratiche chi si è trovato di fronte in corsa. Le stesse che hanno dilatato i tempi di organizzazione della manifestazione in programma dal prossimo 23 settembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA