Lavori in via Nani a Sondrio: da Ferragosto cantiere notturno
Chiuso definitivamente il passaggio a livello di via Nani dove sono iniziati i lavori per il tunnel (Foto by foto gianatti)

Lavori in via Nani a Sondrio: da Ferragosto cantiere notturno

Confronto tra ufficio tecnico ed Rfi che hanno definito i dettagli del cronoprogramma. A settembre un’interruzione della linea ferroviaria.

Per il sottopassaggio di via Nani le prime operazioni verranno effettuate durante il giorno, poi dopo Ferragosto inizierà la fase dei lavori notturni, indispensabili per completare la costruzione delle strutture di sostegno del tunnel. È il calendario fissato nei giorni scorsi dall’ufficio tecnico comunale e dai referenti di Rfi, durante una riunione indetta per definire i dettagli del cronoprogramma del cantiere per le prossime settimane. Il piano dei lavori deve rispettare una serie di vincoli legati all’attività della linea ferroviaria e alle relative norme di sicurezza, quindi il Comune sta portando avanti un confronto costante con la società delle ferrovie.

«Da martedì inizierà la realizzazione delle palificazioni di sostegno del sottopasso, con interventi in orario diurno - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Massera -, mentre dopo Ferragosto le operazioni si svolgeranno in notturna, da mezzanotte alle quattro del mattino». Gli orari sono quelli già indicati nella comunicazione recapitata ai residenti della zona prima dell’avvio del cantiere, come si ricorderà, una lettera in cui Massera a nome del Comune preannunciava gli inevitabili disagi e assicurava il massimo impegno di palazzo Pretorio per ridurre il più possibile i tempi di queste operazioni.

Come spiegato a suo tempo da tecnici comunali e progettisti, il sottopasso verrà realizzato in diverse fasi: la prima, quella in corso, prevede la costruzione delle palificazioni di sostegno della struttura, con la linea ferroviaria sempre in funzione, motivo per cui una parte dei lavori verranno effettuati durante la notte. In seguito, intorno alla metà di settembre, il passaggio dei treni verrà interrotto per tre giorni, una “finestra” durante la quale le imprese incaricate rimuoveranno binari e massicciata, poseranno travi e solai del tunnel e poi ripristineranno la linea ferroviaria per consentire la ripresa del servizio. A quel punto inizieranno le operazioni di scavo, che verranno condotte su entrambi i lati della ferrovia, quindi saranno costruite le strutture completamente impermeabilizzate in cui verranno poi realizzate la carreggiata e la corsia rialzata dedicata a bici e pedoni.

Rifiniture, posa di luci, telecamere e sistema di sicurezza con il semaforo all’ingresso completeranno poi l’intervento. Ci vorrà qualche mese, si sa: il Comune punta a mettere a disposizione la nuova infrastruttura prima di Natale. Per intanto il passaggio a livello è andato definitivamente in pensione e fino alla metà di agosto in via Nani, via Chiavenna e dintorni i residenti potranno dormire senza fastidi legati ai rumori del cantiere.

Poi toccherà portare pazienza per qualche giorno, come già accaduto in un’altra zona della città per i lavori di ampliamento del sottopassaggio di via Ventina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA