Lavori in ospedale a Sondrio: crollo nel cantiere
L'ingresso dell’ospedale civile di Sondrio

Lavori in ospedale a Sondrio: crollo nel cantiere

Nulla di grave, ma solo per il fatto che nel locale spogliatoio del nuovo blocco operatorio a otto sale, nel seminterrato, a quell’ora non c’era proprio nessuno.

Trambusto, venerdì pomeriggio, intorno alle 16.30, all’ospedale di Sondrio, dove, alcuni utenti in transito in zona, hanno notato un’insolita animazione dovuta un incidente prodottosi sul cantiere dell’adeguamento anticendio dei padiglioni ospedalieri.

Nulla di grave, in realtà, ma solo per il fatto che nel locale spogliatoio del nuovo blocco operatorio a otto sale, nel seminterrato, a quell’ora non c’era proprio nessuno. Diversamente il bilancio avrebbe potuto essere ben peggiore. Sì, perché quattro pannelli in cartongesso del controsoffitto, sono piombati direttamente al suolo andando in pezzi, unitamente ai calcinacci che ci erano piovuti sopra provenienti dal terzo piano dell’edificio, quello dove si trova il reparto di Pediatria.

E dal terzo piano al piano -1, si intuisce, la distanza è notevole e tale da provocare un urto non indifferente nel punto di caduta. Come siano piovuti dei calcinacci lì, peraltro, è presto detto, in quanto sono il frutto di una manovra effettuata da chi si stava occupando dei lavori antincendio in corso nell’ospedale al terzo piano, ovvero, della copertura e isolazione dei cavedi, che sono quelle colonne, per intenderci, che contengono tutte le condutture di servizio con fili, cavi e tubi.

Ebbene, ieri pomeriggio nel rompere tale colonna, per perlustrarla e decidere, poi, come isolarla, gli operai della ditta che sta eseguendo i lavori hanno procurato il crollo incontrollato dei calcinacci, che sono finiti direttamente tre piani sotto. Per fortuna, come detto, visto l’orario nel quale è avvenuto il crollo i danni sono stati esclusivamente strutturali e non, fortunatamente, a persone.

Per quanto si è potuto apprendere, il lavoro avrebbe dovuto prevedere la posa di reti di protezione, proprio per tamponare eventuali crolli verso il basso di calcinacci, ma le cose sono andate diversamente. Stamattina, peraltro, i pannelli del controsoffitto verranno riposizionati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA