«Lavori al via per la statale: un successo del territorio»
Il tracciato rosso che nei giorni scorsi è stato posto dalla Tecnis per delimitare la futura strada

«Lavori al via per la statale: un successo del territorio»

Il sottosegretario regionale Parolo ricorda l’impegno finanziario. «Ora vigileremo affinché l’opera sia realizzata nei tempi stabiliti»

Anticipato lunedì, confermato ieri. Arriva giovedì i in Valle e a Morbegno il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni. Viene per la consegna dei lavori della nuova statale sul tratto di Morbegno. Con lui saranno in città il presidente di Anas Pietro Ciucci e l’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Alessandro Sorte.

«Da giovedì iniziano i lavori per la realizzazione della strada - ha affermato il sottosegretario di Regione Lombardia ai Rapporti istituzioni regionali, e attuazione del Programma, il valtellinese Ugo Parolo - si terrà la riunione tecnica “Collegio di vigilanza” e si darà formalmente inizio alla realizzazione della tangenziale. La grande infrastruttura - ha proseguito - è sicuramente tra le opere più importanti che Anas stia realizzando in Lombardia e rappresenta una sfida vinta dal territorio e dalle istituzioni valtellinesi. È bene ricordare in questa occasione - ha quindi spiegato Parolo - come la tangenziale, pur essendo appaltata da Anas e pur risultando inserita nelle opere strategiche nazionali, sia finanziata in misura rilevante dal sistema territorio, i nostri enti locali, con il nostro sistema camerale e dalla Regione.

La scelta lungimirante di utilizzare una parte importante delle risorse locali per fare da volano al completamento dell’intero piano finanziario è stata determinante e ha reso concreta l’attuazione di un’opera tanto attesa quanto strategica». Progetto che prosegue: «Si concretizza in questo senso - ha anche detto - l’impegno profuso in questi anni da tutti e si chiude il cerchio di un cammino iniziato dieci anni fa in Parlamento con il reperimento dei fondi necessari per far partire il primo lotto. L’azione determinante delle Amministrazioni provinciali guidate dai presidenti Provera e Sertori insieme al costante impegno della Regione Lombardia dà così i frutti sperati, si tratta di un risultato straordinario per la nostra provincia».

Parolo ha dato le cifre dell’intera operazione: «Consideriamo un dato su tutti: siamo riusciti ad attirare risorse pari a 560 milioni di euro, il costo della strada dal Trivio di Fuentes ad Ardenno, una cifra enorme in rapporto al peso demografico e politico della nostra valle, soprattutto in un momento di grande crisi come questo. I cantieri per la realizzazione della strada si avviano ma certamente non termina il nostro lavoro. Come per il primo lotto - ha poi detto il referente valtellinese, che è anche delegato per la Regione, sulle “Politiche per la montagna, programmazione negoziata, macroregione delle Alpi e quattro motori per l’Europa” - vigileremo giorno per giorno affinché l’opera venga eseguita nel migliore dei modi e rispettando i tempi contrattuali. La nostra terra ha già aspettato troppo e non può permettersi nuovi ritardi».n


© RIPRODUZIONE RISERVATA