Lavori al parcheggio della stazione  Ma l’asfalto resta ancora un miraggio
Rimozione forzata sino al termine dei lavori che non saranno in ogni caso risolutivi (Foto by Foto Lisignoli)

Lavori al parcheggio della stazione

Ma l’asfalto resta ancora un miraggio

Via Principe Amedeo a Chiavenna: dopo mesi di lamentele degli utenti si corre ai ripari con rattoppi. Operai al lavoro per tamponare una situazione che verrà risolta dopo l’acquisizione dell’area.

Non sono i lavori definitivi, ma la speranza è che rendano almeno momentaneamente la sosta più agevole. Due giorni di operazioni condotte dai tecnici e dagli operai comunali per il disastratissimo piazzale di via Principe Amedeo, parcheggio pubblico gratuito collocato dietro la stazione ferroviaria di Chiavenna da tempo al centro di lamentele da parte degli automobilisti.

L’area, ancora per poco di proprietà delle Ferrovie dello Stato, è tristemente nota. Una distesa di terra che, inevitabilmente, diventa un vero e proprio acquitrino pieno di buche ad ogni pioggia. Il parcheggio sarà chiuso fino alle 18 di oggi per consentire agli operai comunali di sistemare con una operazione di manutenzione almeno le magagne più evidenti. La stagione turistica estiva incombe e, quantomeno, l’amministrazione vorrebbe superarla senza ulteriori problemi per chi parcheggia. Per l’intervento grosso, invece, si dovrà aspettare ancora. Anche se non molto.

«L’asfaltatura dell’area – spiega l’assessore ai lavori pubblici del comune di Chiavenna Davide Trussoni – rientra nel progetto completo di sistemazione dell’area. Lavori per i quali stiamo definendo sia l’acquisto dell’area dalle ferrovia sia il progetto definitivo. Prevediamo di realizzare i lavori alla fine dell’estate».

Sicuramente dopo l’appuntamento della Sagra dei Crotti. Il progetto del comune prevede la pavimentazione di 2900 metri quadrati. I parcheggi saranno 102 di cui tre destinati ai disabili. Il tutto corredato da cordoli in calcestruzzo e aiuole delimitatrici a verde.

Le opere, comprensive di impianto di illuminazione, dovrebbero partire durante l’estate e essere completate entro la fine dell’anno. Un intervento che costerà 247 mila euro. A questi va aggiunto il costo per l’acquisizione dell’area. Ferservizi, società del gruppo che gestisce il patrimonio immobiliare delle FS, ha indicato un prezzo di vendita di 60 mila euro.

I fondi per l’intervento saranno messi sul piatto nell’ambito di una revisione delle risorse stanziate dalla Provincia per la riqualificazione dell’ex asilo. Palazzo Muzio ha ottenuto per questa un finanziamento dal Governo e quindi ha nuove disponibilità. Il comune ha anche un progetto per spostare in questo parcheggio le attività di mercato settimanale, e forse le cinque fiere annuali, che attualmente si tengono nel, non lontano, parcheggio del parco di Pratogiano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA