L’architetto del lusso  freddato sotto casa

L’architetto del lusso

freddato sotto casa

Studio di design, affari con gli Emirati Arabi: ecco chi era l’uomo ucciso a Carugo

Ad Alfio Vittorio Molteni il lusso piaceva, se non altro perché era il suo lavoro; l’uomo freddato sotto casa in una piovosa notte autunnale come fosse il peggiore dei delinquenti, era in realtà un professionista elegante con interessi non solo nella patria del design, ovvero quella Brianza dove aveva stabilito lo studio che porta il suo nome, ma anche a Dubai, negli Emirati Arabi

Proprio nel Paese degli sceicchi lavorava con una società specializzata in design degli interni per ambienti di lusso, “Il Grande Ilc”, la cui sede si trova in un grattacielo esclusivo nella “business bay” di Dubai e che tra i lavori eseguiti vanta interventi importanti in hotel esclusivi quali il Park Hyatt e il The Pearl. La foto e il curriculum di Molteni compaiono sul sito della società, ma il proprietario della società, Ghassan Nabulsi (residente nel Comasco) ha scritto alla nostra redazione per precisare: «Molteni era solo un nostro collaboratore come le altre aziende italiane riportate nel nostro sito. Sono io l’unico proprietario della società».

Nato a Carate Brianza nel settembre di 58 anni fa, Molteni aveva studiato allo State Institute of Art di Canterbury e si era laureato al Politecnico a Milano; proprio a Carugo, a pochi passi dove ieri sera uno o più killer lo hanno atteso sotto casa, Molteni aveva mosso i suoi primi passi professionali, assieme a un socio, nello studio Modulor

Era la fine degli anni Ottanta; da lì l’architetto brianzolo di strada ne aveva fatta , professionalmente parlando; poi, negli ultimi mesi, dev’essere finito in qualche guaio grosso o essersi messo sulla strada di qualche personaggio pericoloso che prima gli ha incendiato l’auto parcheggiata in un box (rischiando di far saltare un intero edificio, tra l’altro), quindi ha crivellato di colpi di pistola la facciata della casa di Carugo teatro del delitto di ieri e, infine, lo ha atteso sotto caso per ammazzarlo


© RIPRODUZIONE RISERVATA