Mercoledì 10 Luglio 2013

L’Anas interverrà al Passo d’Eira

Statale, stanziati 900mila euro

La statale 301 al passo d’Eira nel punto in cui l’altra settimana un minorenne è finito nel burrone con l’auto del padre

Non ci sarà una crociata da parte del Comune di Livigno contro l‘Anas per avere un guardrail nella curva del Passo d’Eira, dove il minorenne del posto alla guida senza patente, settimana scorsa, è uscito di strada finendo nel burrone. Mentre il consigliere di maggioranza e presidente dello Sci club Livigno, Giampiero Rodigari che col figlio Nicolò ha ritrovato il giovane ferito dopo venti ore dalla scomparsa, aveva rivendicato la necessità di un guardrail in quel punto nel quale si verificano tanti sinistri, il collega di maggioranza - l’assessore ai Lavori pubblici Rudy Galli - sceglie una linea più morbida.

«Segnaleremo all’Anas l’accaduto, ma se loro hanno deciso di non mettete un guardrail in quella zona, vuole dire che non è ritenuta particolarmente pericolosa. Inoltre quando si va forte anche il guardrail serve a poco perché viene travolto».

Sorprendono i toni conciliati dell’assessore perché proprio lui un paio di mesi fa nel corso di un acceso consiglio comunale aveva informato i colleghi che «l’Anas non aveva neppure gli spiccioli per sostituire un guardrail».

Da quell’accusa lanciata in aula sono passati solamente pochi giorni, ma sembra un’eternità anche perché l’Anas ha garantito un importante intervento di sistemazione della Statale 301 del Foscagno per il 2014: «I rapporti con i funzionari Anas sono molto cordiali - tiene a precisare l’assessore Galli -. Recentemente abbiamo avuto un incontro nel quale ci hanno a assicurato un cospicuo intervento finanziario di 800-900 mila euro sulla Statale del Foscagno per il 2014. Sara rifatto l’asfalto, nei tratti dove sarà necessario sarà effettuata anche una bonifica scavando, e dove possibile la strada sarà pure allargata».

© riproduzione riservata