L’Alta Valle sceglie i neo assessori. Per Valfurva questione “quote rosa”
Il municipio di Valfurva

L’Alta Valle sceglie i neo assessori. Per Valfurva questione “quote rosa”

Prime nomine e primi consigli comunali a Valfurva e Valdidentro. Caciotto riconferma suo vice Luca Bellotti, Massimiliano Trabucchi punta su Claudia Martinelli

In Alta Valle prime nomine e primi consigli comunali di insediamento delle nuove amministrazioni. Partiamo da Valdidentro dove Massimiliano Trabucchie la sua compagine “Valdidentro venti27” hanno sbaragliato Ezio Trabucchi e il suo gruppo “Valdidentro: l’esperienza si apre al rinnovamento - Ezio Trabucchi sindaco”. Con 1448 voti, pari al 56,81%, Massimiliano Trabucchi ha battuto l’ex primo cittadino fermo a 1.101 voti con il 43,19% sul totale.
Il neo sindaco, perito industriale che lavora per una multinazionale americana, ha riservato a se stesso le competenze in materia di personale e rapporti con enti ed istituzioni. Sua vice sarà Claudia Martinelli, medico chirurgo di 32 anni che lavora presso il reparto di nefrologia dell’A.S.S.T. Valtellina e Alto Lario, in assoluto la più votata del gruppo con ben 185 preferenze personali. A lei anche le deleghe in materia di cultura, sport e politiche giovanili. In giunta anche Matteo Dessì che si occuperà di turismo, programmazione e bilancio, Elisabetta Gurini per istruzione e politiche sociali e Ivano Schivalocchiin materia di urbanistica, edilizia privata e lavori pubblici.
Anche in Valfurva il sindaco Angelo Cacciotto, che con la sua lista “Forba” ha raggiunto il 60,06% di voti (per la precisione 809 voti validi) lasciando “Rilanciamo Valfurva” guidata da Gian Franco Saruggia al 39,94% pari a 538 voti, ha già provveduto a distribuire le deleghe.
Il primo cittadino uscente, riconfermato a seguito delle votazioni di domenica, ha nominato suo vicesindaco, nel segno della continuità, ancora una volta Luca Bellotti risultato il più votato tra i vari consiglieri. A Bellotti anche le deleghe in materia di bilancio, turismo, sport ed attività produttive.
Il comune di Valfurva si è trovato anche a fare i conti con la normativa in materia di rappresentanza di entrambi i sessi in giunta. Nessuna donna della lista “Forba” ha infatti raccolto le preferenze necessarie per entrare di diritto in consiglio comunale e quindi il primo cittadino ha provveduto a nominare un assessore esterno individuato in Michela Fausta Bracchi, candidata consigliere in lista con Cacciotto. A lei sono state attribuite le competenze in materia di istruzione, cultura, sanità, servizi sociali e politiche giovanili mentre il primo cittadino ha riservato a se stesso i settori dell’urbanistica, lavori pubblici, viabilità, agricoltura e rapporti con gli enti.
In Valfurva già fissata anche la data del primo consiglio comunale in programma per martedì alle 21 nella sala del Credito Valtellinese di San Nicolò Valfurva. All’ordine del giorno, tra gli altri argomenti, la convalida dei consiglieri eletti, la nomina del presidente del consiglio, il giuramento del sindaco, la costituzione della commissione elettorale e la presentazione delle linee programmatiche di governo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA