Ladri acrobati in azione in città  Casa sottosopra e denaro sparito
Sull’episodio indagano i carabinieri di Chiavenna, che hanno fatto i rilievi nell’appartamento

Ladri acrobati in azione in città

Casa sottosopra e denaro sparito

Il furto a Chiavenna: preso di mira sabato sera un appartamento a ridosso del bar Povero Diavolo. Hanno approfittato dell’uscita a cena dei proprietari per scassinare una finestra e derubarli.

Tornano in azione i ladri a Chiavenna. Colpo riuscito, anche se con un bottino piuttosto magro, per i malviventi che nella serata di sabato si sono introdotti in un appartamento della città del Mera. Tutto è avvenuto nella prima serata, quando i ladri sono riusciti a entrare dopo essersi arrampicati sul terrazzo in un appartamento situato dietro il bar Povero Diavolo, nella zona compresa tra largo Antonino Pio e San Fedele alle Pergole. Una volta scassinata la porta-finestra sono entrati in casa e hanno cominciato a cercare denaro, soprattutto, e oggetti di valore. Dopo aver messo a soqquadro l’abitazione se ne sono andati.

Con ogni probabilità dalla stessa via utilizzata per entrare. Nonostante l’appartamento faccia parte di un condominio e il terrazzo, posto al primo piano, si affacci sul retro del bar e su un grosso parcheggio nessuno si è accorto di nulla. «Siamo usciti a cena verso le 20 – spiegano i derubati – e abbiamo fatto ritorno verso le 23,30. Quindi sicuramente i ladri sono entrati in azione in questo lasso di tempo. Fortunatamente in casa non avevamo cose di valore e anche per quanto riguarda i contanti si tratta di pochi euro. Anche il danno alla porta è tutto sommato limitato». Soprattutto la pessima sensazione di essere stati invasi in un luogo che dovrebbe essere inviolabile come la propria abitazione. Il bottino, infatti, è veramente misero. Si parla di pochissime centinaia di euro. Sicuramente l’appartamento era tenuto d’occhio.

Probabile che i ladri abbiano atteso l’uscita dei proprietari. L’orario, infatti, non è usuale per i furti in appartamento, soprattutto in zone così densamente abitate, che di solito avvengono nel tardo pomeriggio quando la luce del giorno scema piuttosto presto. Una volta rientrati in casa, i residenti si sono subito accorti della razzia compita nell’appartametno. Immediata la chiamata ai Carabinieri della stazione di Chiavenna, arrivati dopo pochi minuti per un primo sopralluogo. Ovviamente è stata sporta denuncia contro ignoti. L’area di largo Antonino Pio è posta sotto videosorveglianza. Le telecamere, però, non arrivano fino al parcheggio situato dietro il bar posto all’incrocio tra le statali 36 e 37. Non sarà facile, quindi, avere delle immagini utili per le indagini, anche se tutte le vie di accesso alla valle sono coperte da telecamere in grado di leggere le targhe. Le immagini riprese nella fascia oraria in cui è avvenuto il furto saranno comunque prese in esame.


© RIPRODUZIONE RISERVATA