La visita di Mattarella, città pronta ad accoglierlo

La visita di Mattarella, città pronta ad accoglierlo

Palco già pronto, tolte le impalcature alle facciate degli istituti scolastici tornati al loro antico splendore e rimessa in moto la macchina organizzativa dopo lo stop forzato della settimana scorsa, il capoluogo si (ri)prepara ad accogliere la visita del presidente della Repubblica

Rinviato all’ultimo minuto per la morte del presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi - l’unico altro capo di Stato italiano mai arrivato ufficialmente in provincia -, l’appuntamento, che coinvolge anche il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, è confermato per venerdì prossimo.

Mattarella sarà a Sondrio principalmente per inaugurare l’anno scolastico, ma ci sarà lo spazio - come già previsto - per un incontro con i sindaci di Valtellina e Valchiavenna, prima dell’inizio della cerimonia al campus.

Il programma della giornata prevede, infatti, alle 9,45 l’incontro tra il presidente della Repubblica - che arriverà giovedì sera in Valle - e il prefetto Giuseppe Mario Scalia, alla presenza anche del presidente della Provincia Luca Della Bitta e del sindaco di Sondrio Alcide Molteni. Il tempo di un caffé e di apporre la firma sul libro d’onore di palazzo Muzio, per poi spostarsi nella sala consiliare a fianco della Prefettura dove l’incontro con gli amministratori è previsto alle 10.

Mezz’ora di confronto e poi il presidente andrà al campus scolastico dove, dopo una visita alle scuole, sul palco allestito nel piazzale di fronte all’istituto Mattei, insieme al ministro Giannini rivolgerà il saluto a tutti gli studenti italiani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA