«La Trivulzia poco sicura per i pedoni  Ponte sul Liro: manca il guardrail»
A Mese la provinciale presenta molti punti critici per i pedoni

«La Trivulzia poco sicura per i pedoni

Ponte sul Liro: manca il guardrail»

Il sindaco di Mese, Cipriani, elenca le criticità che rendono pericolosa la provinciale. Marciapiedi senza protezione, poco drenaggio dell’asfalto, buche e velocità elevate delle auto.

«Ci sono molti problemi legati alla sicurezza nel tratto di Provinciale Trivulzia che attraversa il territorio di Mese». Non solo l’asfalto del tratto che collega Mese a Gordona, che come ben visibile, è ridotto in condizioni pessime. Dopo le molte segnalazioni degli automobilisti sullo stato del manto stradale in quel punto della Provinciale che collega Novate Mezzola a Chiavenna, ora è il sindaco di Mese Paolo Cipriani a sottolineare una serie di criticità, legate soprattutto al problema sicurezza. La prima riguarda il ponte sul torrente Liro. Praticamente il confine tra Mese e Chiavenna. «Abbiamo segnalato il problema formalmente alla Provincia - spiega il primo cittadino -. Il guardrail a protezione del marciapiede in quel tratto non esiste, con grave pericolo per i pedoni, che sono costretti ad attraversare il ponte». Un problema sollevato nel recente passato anche da alcune famiglie con disabili, costrette a passare con la carrozzella su un marciapiede palesemente inadeguato e non protetto. Tutti, che abbiano problemi di deambulazione o meno, rischiano di finire dritti sotto le macchine in caso di caduta».

Qui si va da un intervento minimo di protezione a un, forse più auspicabile, ripensamento integrale del camminamento. Da proteggere in entrambi i lati e possibilmente ampliare. Sullo stesso tratto ci sono anche problemi di drenaggio delle piogge, con la formazione di grosse pozzanghere e conseguenze immaginabili e poco piacevoli per chi percorre la strada a piedi. Altro problema sottolineato da Cipriani è quello della velocità lungo il tratto di Provinciale che attraversa il territorio. Un lungo rettilineo che sebbene contraddistinto dalla presenza di rotatorie poste a metà e alla fine del percorso consente comunque di raggiungere, in special modo scendendo verso il fondovalle, velocità considerevoli. Soprattutto di notte, quando il volume di traffico è inferiore: «Questa segnalazione non è stata formalizzata per iscritto come avvenuto per il problema del ponte - spiega Cipriani - ma abbiamo evidenziato comunque il problema in sede provinciale».

C’è, infine, il problema dell’asfalto deteriorato. Che, ovviamente, viene segnalato anche dal sindaco di Mese dopo che lo aveva fatto nei giorni scorsi anche il collega di Gordona Mario Guglielmana: «Il problema è evidente e anche questo è stato segnalato in Provincia - spiega Cipriani -. Speriamo in un intervento in tempi abbastanza celeri».


© RIPRODUZIONE RISERVATA