La stazione di Tirano cambia aspetto  «In autunno i lavori al piano terreno»
I lavori che sono stati fatti per spostare la sala macchine

La stazione di Tirano cambia aspetto

«In autunno i lavori al piano terreno»

Si concluderà in qualche mese il maxi intervento, 166mila euro il costo del terzo lotto

Si concluderà nel giro di qualche mese il maxi intervento che ha interessato, negli ultimi anni, la stazione ferroviaria di Tirano. Ultimo lotto – il terzo – è quello riguardante il piano terra con l’allestimento del front office e del punto di informazione multimediale con fruizione agevolata per disabili, del costo complessivo di 166mila euro. La giunta comunale ha approvato il progetto definitivo per avviare, al più presto, le procedure d’appalto dei lavori.

Nel dettaglio la sala d’attesa sarà ampliata e collegata con l’ufficio turistico, il quale a sua volta avrà un affaccio anche sui binari, oltre che un ingresso (quello principale) sulla piazza delle Stazioni. Attualmente il turista che arriva a Tirano con il treno deve uscire dalla stazione per accedere allo Iat, invece in futuro lo farà direttamente passando per la sala d’attesa.

«I lavori partiranno in autunno - spiega il sindaco Franco Spada - perché non era opportuno gestire un cantiere con l’afflusso dei turisti nel periodo estivo». Infine un punto importante per l’immagine e l’accoglienza della cittadina, capolinea di due linee ferroviarie, quella italiana e quella svizzera. Si attende che Rfi collaudi la nuova struttura dei servizi igienici, realizzata nei mesi scorsi ma non ancora funzionante, alla destra dell’ufficio turistico: «Ho inviato parecchie mail di sollecito a Rfi in carico a cui c’è l’apertura dei bagni – conclude Spada -. Mi è stato detto che manca il collaudo. Spero che venga effettuato al più presto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA