La solidarietà premia Valdidentro
La delegazione guidata dal sindaco Massimiliano Trabucchi, al suo fianco il collega di Crognaleto

La solidarietà premia Valdidentro

Trasferta in Abruzzo, delegazione ricevuta in pompa magna a Crognaleto, località colpita da sisma e nevicate. Cinque le benemerenze per l’Alta Valle che nel gennaio scorso si è profusa ad aiutare la popolazione colpita.

Un’accoglienza caratterizzata da grande affetto e riconoscenza quella ricevuta sabato dalla delegazione della Valdidentro ospite del comune di Crognaleto, in provincia di Teramo, paese prima colpito dal terremoto e poi dalle copiose nevicate dello scorso inverno. Tanti gli aiuti ricevuti e, per questo, le istituzioni e la popolazione hanno voluto dire grazie agli angeli del sisma e della neve. Alla presenza del capo dipartimento della protezione civile Angelo Borrelli sabato, a Senarica di Crognaleto, sono state consegnate le benemerenze a tutti quelli che hanno portato soccorso alla popolazione.

Il momento dei ringraziamenti per i soccorritori è giunto al termine della mattinata in cui, nell’ambito della prima giornata della “festa della castagna”, si è svolta una tavola rotonda all’aperto, nella piazza di Senarica, il cosiddetto “laboratorio di pensiero” che ha avuto come tema: “La Protezione Civile: una grande risorsa”.

Dopo i saluti istituzionali, portati anche dai sindaci dei comuni laziali di Castel Gandolfo e Marino e dal sindaco di Valdidentro Massimiliano Trabucchi, alla tavola rotonda sono intervenuti Mauro Vannoni, Franco Gizzi e Mario Mazzocca, sottosegretario alla presidenza della regione Abruzzo con delega alla protezione civile.

Ben cinque le benemerenze consegnate a Valdidentro: all’amministrazione comunale, alla Pro Loco, al gruppo Pedenosso 2000 (alpini, anziani, gioventù, mamme del paese) e ad Andrea Valgoi e Nicola Bradanini che, lo scorso inverno, sono scesi a Crognaleto con i mezzi spalaneve per liberare strade e contribuire a ripristinare i collegamenti.

All’aiuto ricevuto nell’immediatezza del sisma e delle fitte nevicate ha fatto seguito, nel settembre scorso in occasione della festa del boscaiolo a Rasin, la consegna di un mezzo spalaneve da parte del comune di Valdidentro unitamente ad una fresa, idea portata avanti dal gruppo Pedenosso 2000.

“A testimonianza dell’encomiabile solidarietà profusa con umana sensibilità e generoso altruismo a favore della popolazione di Crognaleto fortemente colpita dall’emergenza neve e sisma del 18 gennaio 2017”: questo l’attestato di benemerenza consegnato ai gruppi di Pedenosso dal sindaco di Crognaleto Giuseppe d’Alonzo, con grande stima e gratitudine. A capitanare la folta delegazione dei rappresentanti del gruppo, che da anni non solo si impegnano nell’organizzazione di grandi eventi, ma hanno sempre un occhio di riguardo nei confronti della solidarietà, il responsabile Massimo Bradanini. «Come amministrazione comunale – ha sottolineato il sindaco Trabucchi – abbiamo voluto accompagnare gli amici di Pedenosso che si sono fatti promotori di questa bella iniziativa. Come maggioranza l’abbiamo portata avanti e collaboreremo con il gruppo per coprire le spese. A Crognaleto abbiamo ricevuto un’accoglienza eccellente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA