La Skiarea vuole l’acqua tutto l’anno
La Skiarea della valchiavenna realizza un bacino di accumulo dell’acqua per l’innevamento artificiale

La Skiarea vuole l’acqua tutto l’anno

Valle Spluga, lo chiede la società in previsione della realizzazione della nuova vasca d’accumulo di Groppera. I lunghi periodi di siccità degli ultimi anni possono essere una motivazione valida per assicurarsi disponibilità.

Un bacino da oltre 45mila metri cubi, che potrà essere alimentato tutto l’anno. Partita la richiesta di Skiarea Valchiavenna alla Provincia di Sondrio per ottenere la variante alla concessione d’acqua, l’uso è industriale, per l’innevamento artificiale volta alla realizzazione della nuova vasca d’accumulo di Groppera.

La domanda di variante prevede l’estensione del periodo di prelievo, attualmente consentito tra il 15 ottobre e il 15 marzo, all’intero anno, senza aumento della portata massima derivabile, che rimane di 5 litri al secondo, e del volume annuo di prelievo, 50mila metri cubi, fissati nella concessione originaria. Quella che viene utilizzata attualmente per innevare artificialmente 190 dei 240 ettari complessivi di parco sciabile di Valle Spluga e Val di Lei.

Probabile che dietro alla richiesta di ampliamento a tutto l’anno della possibilità di captare ci sia una valutazione connessa alle condizioni delle precipitazioni delle ultime stagioni, caratterizzate da lunghi periodi di siccità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA