La sicurezza a scuola: «Un defibrillatore  in tutte le palestre»
Uno dei defibrillatori che sono stati sistemati nelle piazze più frequentate

La sicurezza a scuola: «Un defibrillatore

in tutte le palestre»

Impegno della Provincia per gli istituti superiori. Formazione di studenti e insegnanti con la Croce Rossa. «Una vita salvata vale qualsiasi somma di denaro»

Parte il “Piano defibrillatori”. Prosegue l’impegno della Provincia sul fronte della tutela della salute degli studenti con un programma per la posa di questi strumenti nelle palestre delle scuole superiori. Tutte quelle utilizzate dagli alunni di queste scuole, da Bormio al PalaMaloggia di Chiavenna passando per Sondrio, Tirano e Morbegno, saranno più̀ sicure con l’installazione di un defibrillatore.

L’intervento sarà realizzato in collaborazione con la Croce Rossa Italiana – in particolare con il Comitato provinciale di Sondrio – che, oltre alla consulenza sul progetto, metterà̀ a disposizione le proprie competenze per la formazione di studenti e docenti all’interno delle scuole.

A questo intervento la Provincia ha destinato 100mila euro. Palazzo Muzio rileva che queste risorse, messe a disposizione da Regione Lombardia, «derivano dalle nostre acque, in virtù̀ dell’accordo quadro di Sviluppo territoriale: fondi aggiuntivi che ci hanno consentito, di fronte al fatto che lo Stato ha azzerato i trasferimenti alla nostra Provincia e ha prelevato oltre 11 milioni di nostre risorse, di mantenere i servizi essenziali e fare investimenti sul territorio».

C’è spazio anche per una riflessione sull’appuntamento del 4 dicembre: «Se vincesse il “sì” al referendum – sottolinea il presidente Luca Della Bitta - il rischio è che la competenza nazionale sull’energia ci porti via anche quel poco che ci è rimasto e tutto questo non sarà più̀ possibile».

La sicurezza dei nostri ragazzi prima di tutto, insomma, è il messaggio diffuso dall’ente provinciale. «Per questo lavoriamo, nonostante i tagli dello Stato, con questa finalità̀ - prosegue Della Bitta -. Una vita salvata vale qualsiasi investimento e qualsiasi somma di denaro. Un defibrillatore in ogni nostra palestra sarà̀ il segno che la Provincia è vicina ai nostri ragazzi. Sarò̀ direttamente io il responsabile di questo progetto e per questo invito i sindaci a condividere questo obiettivo che potrà̀ anche significare il sostegno all’acquisto di defibrillatori per strutture comunali o territoriali». Non si tratta dei primi defibrillatori in arrivo nelle palestre. Alcuni comuni lombardi, ad esempio, hanno deciso, con le proprie associazioni sportive, di acquistare il defibrillatore e occuparsi della manutenzione dotandone le palestre comunali e scolastiche. Altri strumenti sono arrivati nelle piazze e in altri punti particolarmente frequentati dei Comuni della provincia di Sondrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA