La Serpentino e Graniti non ha dubbi: «Mortirolo subito, Oberti ha ragione»
Per i sostenitori del traforo il varco dovrebbe essere stradale

La Serpentino e Graniti non ha dubbi: «Mortirolo subito, Oberti ha ragione»

L’imprenditrice Laura Lenatti Cabello sostiene la necessità di un varco verso Brescia. Anche gli svizzeri guardano a Sud ma all’ipotesi stradale preferiscono quella su rotaia.

«Il traforo del Mortirolo è un’opera indispensabile per la provincia, è la nostra unica certezza per non rischiare l’isolamento e per essere più competitivi rispetto alle Regioni autonome, che troppo denaro pubblico hanno a loro disposizione rispetto a noi e anche grazie a questo sono oggi molto più competitive di noi».

Laura Lenatti Cabello, presidente della “Serpentino e graniti” di Chiuro, azienda che si occupa di estrazione, lavorazione ed esportazione in Italia e all’estero di pietre ornamentali, non ha dubbi in fatto di viabilità locale e appoggia senza se e senza ma il comitato nato per sensibilizzare la popolazione sull’importanza del traforo del Mortirolo che per bocca del suo presidente - Paolo Oberti - nei giorni scorsi è sceso in campo per rilanciare l’ipotesi di un tunnel stradale per collegare la Valtellina alla Valcamonica.

Così come ha fatto Oberti sulle colonne di questo giornale, anche Lenatti difende l’opzione di un tunnel verso la Bresciana e boccia l’ipotesi di un varco a Nord attraverso lo Stelvio.

Leggi tutti gli approfondimenti sull’edizione di lunedì 2 marzo de La Provincia di Sondrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA