La Sagra di Vetto. Passeggiate e cibi  nella contrada
Organizzazione sempre impeccabile e sorridente (Foto by Gianatti)

La Sagra di Vetto. Passeggiate e cibi

nella contrada

Sabato a Lanzada un gustoso itinerario gastronomico tra una ventina di specialità locali.

Dopo vari e sfiziosi “antipasti”, entra nel vivo il tradizionale appuntamento con la Sagra di Vetto, un must nell’estate malenca. La rassegna è organizzata da un gruppo di abitanti della caratteristica frazione di Lanzada. Oggi, sabato 30, si tiene la sagra vera e propria, con un itinerario gastronomico tra una ventina di specialità locali, a partire dalle 19.

L’organizzazione consiglia di prendere visione della cartina descrittiva, acquistando alla cassa i biglietti da un euro cadauno senza specificare ciò che si vuole consumare. Andranno poi scelte le pietanze (15 biglietti sono sufficienti per una panoramica completa) indicandole direttamente ai punti di preparazione. Chi desidera il bis, può rifare la fila. Se qualche piatto finisce, non c’è da preoccuparsi, basta tornare più tardi o scegliere altro. Non ci saranno tavoli o sedie, i cibi sono serviti in modo da poterli consumare in piedi, passeggiando per le vie della contrada. La novità di quest’anno è il gemellaggio tra vettesi di Valtellina ed Emilia. Una delegazione del comune di Vetto (Reggio Emilia) porterà la sua specialità: gnocco fritto e parmigiano. Il menu per l’edizione 2016 si arricchisce inoltre del tris di trota.

Ci sarà dunque la possibilità di assaggiare tante piccole specialità locali che insieme possono diventare una cena ricca, completa e sfiziosa. Il tutto accompagnato dal pregiato vino della Sagra “Rosso di Valtellina doc”, ma anche da birra, bibite e tisane. Dalle 22.30 si balla con i deejay della “Disco Sagra”, preceduta da un’esibizione del gruppo di danza country Route 38.

Si ricorda che l’ultimo chilometro di strada per la frazione Vetto è chiuso al traffico. I parcheggi sono allestiti alla Centrale Enel e al Centro Sportivo Pradasc di Lanzada. Una camminata di dieci minuti consente di raggiungere la contrada, altrimenti ci sono i bus navetta.

Domenica 25 settembre, a chiusura della manifestazione, alle 11 l’incontro tra la Banda Musicale della Valmalenco e il Corpo Musicale Sedrianese, con esibizione in piazza e sfilata. Per ulteriori informazione si può navigare sul sito www.sagradivetto.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA