La revisione di piazzale Bertacchi  Il Comune parte da incroci e semafori
Le immagini del progetto del rifacimento del piazzale davanti alla stazione

La revisione di piazzale Bertacchi

Il Comune parte da incroci e semafori

Il progetto a Sondrio: a breve l’affidamento dei lavori per la nuova organizzazione del traffico. A luglio poi partirà il cantiere vero e proprio che dovrebbe concludersi per Natale.

Parte dai semafori la rivoluzione della viabilità in piazzale Bertacchi. Il cantiere per la riqualificazione infatti aprirà all’inizio di luglio, ma prima il Comune interverrà sugli incroci della zona, in modo che all’avvio dell’intervento tutto sia pronto per rendere operativa la nuova organizzazione del traffico: nei prossimi giorni l’ufficio tecnico affiderà i lavori, poi ci sarà tempo qualche settimana per mettere a punto gli interventi.

Con la pedonalizzazione della piazza davanti alla stazione si potrà transitare solo passando da via Cesare Battisti, attraversando il posteggio dell’ex scalo ferroviario e poi percorrendo via Nervi e via Bonfadini, dove sarà invertito il senso di marcia. All’incrocio fra via Mazzini e via Bonfadini, dunque, il semaforo attualmente esistente sarà arretrato di qualche metro per consentire l’uscita dei veicoli provenienti dalla stazione, che potranno svoltare in entrambe le direzioni, e ne sarà aggiunto un altro per regolare il traffico proveniente da via Bonfadini. Su piazzale Bertacchi, invece, l’assetto attuale degli incroci verrà semplificato, visto che non ci sarà più il passaggio in entrata e in uscita verso la stazione: il semaforo su via Nazario Sauro resterà al suo posto, mentre quello che ora regola la svolta a sinistra da via Mazzini alla parte nord di piazzale Bertacchi sarà tolto, insieme allo spartitraffico che non sarà più necessario.

Ovviamente sparirà pure il semaforo che ora regola l’uscita da piazzale Bertacchi, così come gli attraversamenti pedonali al “confine” della piazza: resteranno soltanto le strisce per superare l’asse via Mazzini – via Sauro, negli stessi punti in cui si trovano ora. Per chi arriva da via Trento, inoltre, l’immissione su via Mazzini sarà semplificata, con l’eliminazione della corsia in ingresso su piazzale Bertacchi e l’aggiunta di alcuni posti auto a fianco dei giardini pubblici e sull’altro lato della strada. Complessivamente il municipio conta di spendere circa 25mila euro per lo spostamento dei semafori e la revisione degli incroci, risorse che fanno parte del fondo da un milione di euro a disposizione per il progetto, finanziato sull’Accordo quadro di sviluppo territoriale.

Dopo l’approvazione del progetto esecutivo da parte della giunta comunale, intanto, si attende a breve il bando d’appalto per i lavori sulla piazza: in programma, come noto, il rifacimento di parte dei sottoservizi, la demolizione di marciapiedi e spartitraffico, la realizzazione di una fontana a raso, la posa della nuova pavimentazione in pietra, la piantumazione di sei alberi e l’allestimento di aiuole e arredi urbani. Il via è previsto a luglio, come detto, con traguardo fissato a fine novembre: l’obiettivo dell’amministrazione è inaugurare la piazza prima delle festività natalizie.

Nel frattempo i sondriesi potranno “collaudare” il nuovo assetto della viabilità, che rimarrà sostanzialmente lo stesso durante i lavori e una volta pedonalizzata la piazza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA