La residenza anziani raddoppia la sua offerta. Ricoveri di “sollievo”
La cerimonia d’inaugurazione della seconda unità (Foto by foto sandonini)

La residenza anziani raddoppia la sua offerta. Ricoveri di “sollievo”

Civo, in tanti venerdì all’inaugurazione ufficiale della seconda unità della struttura di Roncaglia. Ai 40 posti iniziali se ne sono aggiunti altrettanti.

Tantissimi soci de La Nuova Colonia spa, abitanti e volontari hanno preso parte venerdì all’inaugurazione ufficiale della seconda unità dedicata a residenza, sollievo e assistenza post ospedaliera per anziani della casa di riposo di Roncaglia a Civo. Raddoppiano i posti della residenza per anziani realizzata grazie all’iniziativa de La Nuova Colonia spa Benefit passando dai 40 iniziali a 80

Casa di Cura Ambrosiana - gestore della struttura - ha stabilito di dare risposta alle richieste del territorio aggiungendo questi ulteriori posti. «I primi 40 posti - afferma Paola Pessina, presidente del consiglio di amministrazione di Casa di Cura Ambrosiana - erano stati saturati in meno di un anno superando anche le nostre previsioni, a riprova del fatto che il progetto dà una risposta ad effettivi bisogni sentiti dalla popolazione. Questi ulteriori 40 si caratterizzano per andare incontro a richieste che in molti casi sono riguardano i cosiddetti ricoveri di sollievo. Sebbene si tratti a tutti gli effetti di posti di residenza per anziani, con questa seconda unità si attua quel progetto sanitario e di cure a lungo termine che era nelle intenzioni iniziali di destinazione della seconda struttura di Roncaglia e che per ora è stato declinato in questo modo».

Gli ospiti che si stanno inserendo dal mese scorso nella seconda unità della rsa, sono in molti casi persone che non chiedono mesi o periodi di permanenza senza scadenza, bensì di soggiorni al di sotto dei 60 giorni. Anche le rette di ricovero seguono queste esigenze, essendo differenziate a secondo della durata del periodo di permanenza e dell’intensità di assistenza richieste.

Ad oggi la struttura di Roncaglia ha superato le cinquanta unità di personale impiegato, con un rapporto che soddisfa gli stringenti standard previsti per le case di riposo e che qualitativamente «è assicurato sia dalla professionalità degli operatori che dal loro radicamento nella stessa comunità».

La Nuova Colonia spa, società benefit, forte di oltre 900 soci, ha realizzato la struttura di Roncaglia affidandone da maggio 2017 la gestione a Casa di Cura Ambrosiana, che ha messo a disposizione l’esperienza medica, infermieristica, fisioterapica, socio assistenziale dell’intero mondo della Sacra Famiglia di Cesano Boscone.

All’inaugurazione hanno preso parte i vertici de La Nuova Colonia e di Casa di Cura Ambrosiana, oltre che dell’amministrazione comunale di Civo guidata dal sindaco Massimo Chistolini. «Fa molto piacere - conclude Pessina - vedere la grande partecipazione di abitanti e associazioni, dagli alpini alla banda musicale di Mello che ha presenziato anche all’inaugurazione, che confermano come questa struttura di Roncaglia si luogo di incontro, scambio e arricchimento per la comunità locale con vantaggi sia per gli ospiti sia per la comunità in cui la rsa è inserita».


© RIPRODUZIONE RISERVATA