La provinciale che “taglia” Rasura  «Un marciapiede contro i pericoli»
Piazza Aldo Moro a Rasura: sullo sfondo la provinciale su cui si punta a realizzare una delle due passerelle pedonali

La provinciale che “taglia” Rasura

«Un marciapiede contro i pericoli»

Sarà realizzato nei pressi dell’alimentari. Sessantamila euro il costo dell’opera. Un altro percorso pedonale è previsto all’ingresso del paese, ma per ora non ci sono le risorse.

Il problema è la strada provinciale che taglia in due il paese con un traffico crescente che mette in pericolo i pedoni e la soluzione è la scelta dell’amministrazione comunale di intervenire con percorsi pedonali a sbalzo per migliorarne la sicurezza. «Da vent’anni ormai si convive con questa situazione – afferma il sindaco di Rasura, Diego Rava – e l’aumento del traffico lungo la provinciale per la Val Gerola così come la velocità dei veicoli che la percorrono hanno peggiorato la situazione negli ultimi anni. Sull’esempio di altri paesi di montagna, abbiamo affidato l’incarico per un progetto, ora riconsegnato e pronto per essere sottoposto alla Provincia per le autorizzazioni necessarie, che riguarda la realizzazione di un marciapiede sul lato a valle della strada. Trattandosi di un investimento ingente per il nostro paese, abbiamo al momento la possibilità di sostenere i costi del primo dei due interventi in programma che riguarda un tratto nel centro del paese dove la visibilità è scarsa, la carreggiata angusta e i problemi notevoli».

Questo primo tratto, nei pressi della vecchia sede del negozio di alimentari di Rasura, ha una lunghezza di circa 30 metri e l’opera in programma avrà un costo di 60mila euro disponibili dall’avanzo di amministrazione che il Comune ha potuto liberare lo scorso gennaio.

«La difficoltà e il costo dell’opera – spiega il sindaco – dipende dalla necessità di realizzare una soletta sorretta da pilastri sul lato a valle della strada, non potendo sfruttare i muri di sostegno della strada provinciale per motivi di sicurezza. Questo primo intervento sistemerà un punto particolarmente critico cui si aggiunge però anche un altro tratto questa volta lungo 50 metri che abbiamo progettato ma per il quale al momento non vi sono risorse. Si tratta della zona all’ingresso del paese, in corrispondenza con la piazza su cui si sta lavorando in questi mesi per la riqualificazione, vicino alla scuola, al negozio di alimentari e al bar».

In questo caso si tratta di un investimento di 90mila euro che l’amministrazione ha programmato per l’anno prossimo nella speranza di poter concorrere «al contributo a fondo perso del fondo di rilancio dell’economia locale che la Comunità montana di Morbegno intende rinnovare e che garantirebbe risorse per 60mila euro. Di certo, se anche la Provincia riconoscesse attraverso un sostegno economico questa necessità di sicurezza presente sul percorso della strada di sua competenza, saremmo in grado di portare avanti un’opera importante in tempi più brevi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA