La palestra di roccia raddoppia alla Sassella

La palestra di roccia raddoppia alla Sassella

Prossimamente partirà l’ampliamento della struttura alle porte di Sondrio, sempre molto frequentata dagli appassionati di climbing.

Venerdì sera in consiglio comunale è previsto l’ultimo passaggio per la variante al Pgt che renderà utilizzabili le aree, poi a breve saranno pronti i progetti per i nuovi itinerari, alcuni dedicati agli esperti e altri da utilizzare come “campo scuola” per bambini e ragazzi, o per chi muove i primi passi nel mondo dell’arrampicata: l’obiettivo di palazzo Pretorio è avviare i lavori entro la fine dell’estate, così da mettere a disposizione gli spazi al più tardi entro la fine dell’anno.

Dal punto di vista tecnico, la variante al Pgt prevede la modifica di destinazione delle aree che ospiteranno la nuova sezione della palestra di roccia, che da terrazzamenti passeranno a “servizi sportivi e del tempo libero inedificati”, come l’impianto già esistente. «L’area della palestra verrà ampliata di circa 3.500 metri quadrati - spiega l’assessore Pierluigi Morelli -, estendendo la parete attrezzata in direzione del territorio comunale di Castione perché questa sezione del versante secondo gli esperti è più interessante dal punto di vista tecnico, rispetto alla zona verso il santuario. L’obiettivo è inserire itinerari con vari livelli di difficoltà, per principianti e per arrampicatori più esperti, così da rendere più variegata la proposta della palestra. Già ora la struttura è molto frequentata, con l’ampliamento potrà diventare un punto di riferimento a livello non soltanto cittadino».


© RIPRODUZIONE RISERVATA