Giovedì 18 Settembre 2014

La nuova strada divide

Poggiridenti è perplessa

Le operazioni di voto, una sorta di referendum a Poggiridenti sull’ipotesi di realizzazione della nuova strada

Paese diviso a Poggiridenti fra chi vuole e chi non vuole la nuova strada comunale che sarà realizzata dalla Provincia di Sondrio dall’uscita della tangenziale di Sondrio nel comune di Montagna fino al sottopasso Toyota-innesto rotatoria nel territorio di Poggi.

Si tratta di una forma di “compensazione” alla chiusura da parte delle Ferrovie dei passaggi a livello lungo la statale 38.

Al consiglio di paese convocato dall’amministrazione comunale (presenti 300 persone) i cittadini hanno potuto esprimere il proprio parere al riguardo in una votazione segreta. Lo spoglio delle schede ha dato questo risultato: 96 no e 77 sì, oltre a diverse astensioni e a chi se n’è andato senza votare.

Alla base della contrarietà della gente all’opera – che avrebbe un costo di quasi 2 milioni di euro e sarebbe finanziata da Provincia, Regione e Ferrovie dello stato – la difficoltà di accesso ai terreni agricoli al di là della statale.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” in edicola giovedì 18 settembre.

© riproduzione riservata