La morte di Massimo, comunità in lutto a Valdisotto
Massimo Todesco

La morte di Massimo, comunità in lutto a Valdisotto

Si svolgeranno martedì alle 14,30 nella chiesa parrocchiale di Cepina in Valdisotto i funerali di Massimo Todesco, il manager di 37 anni della Baxter di Grosotto che ha perso la vita venerdì sera sul rettilineo di Tiolo.

Si svolgeranno martedì alle 14,30 nella chiesa parrocchiale di Cepina in Valdisotto i funerali di Massimo Todesco, il manager di 37 anni della Baxter di Grosotto che ha perso la vita venerdì sera sul rettilineo di Tiolo, nel territorio comunale di Grosio.

In sella alla sua moto stava viaggiando in direzione Cepina quando per cause ancora al vaglio dei carabinieri di Sondalo, intervenuti sul posto con i colleghi di Grosotto e di Bormio, si è scontrato con un furgone adibito al trasporto di animali vivi, condotto dall’allevatore di Ravoledo Guido Franzini.

Per Todesco non c’è stato praticamente nulla da fare, nonostante il tempestivo arrivo sul luogo dell’incidente dei sanitari del 118, l’uomo è deceduto sul colpo. Illeso ma sotto choc Franzini, portato al Morelli per accertamenti e poi dimesso in serata.

La tragedia ha colpito duramente i colleghi dello stabilimento valtellinese, nel quale era un apprezzatissimo dirigente. La giornata “InBaxter” prevista per oggi pomeriggio, nella quale lo stabilimento avrebbe aperto le porte per essere visitato dai cittadini, è stata annullata in segno di lutto.

Laureatosi in chimica a Padova, Todesco nello stabilimento di Grosotto era stato assunto nel 2009 come ingegnere di processo. Nel 2011 è diventato responsabile del reparto confezionamento sacche medicali. Una carriera brillante che l’anno successivo lo aveva portato a ricoprire il ruolo, che aveva tuttora, di responsabile dell’intero reparto sacche e stampaggio componenti plastica. Ai suoi ordini ben 150 dipendenti. «Un manager dalle grandi doti di leadership - lo ricordano così i colleghi -. Aveva un grande entusiasmo per il proprio lavoro, una persona rispettosa e molto educata, davvero benvoluto da tutti. Lascia un vuoto enorme».

Todesco era entrato nella lista che ha appoggiato la candidatura del sindaco Alessandro Pedrini nelle ultime elezioni: «Il suo non era un impegno fine a se stesso e proprio per questo ci mancherà molto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA