Mercoledì 25 Giugno 2014

La lunga Estat’Arte del sondriese

Trentuno eventi fino al 10 ottobre

Il gruppo dei promotori della rassegna Estat’Arte

Parte alla grande la stagione di Estat’Arte 2014, rassegna di 31 eventi, promossa dalla Comunità montana Valtellina di Sondrio col sostegno della Fondazione Pro Valtellina Onlus.

Il primo appuntamento è fissato per questo sabato nella basilica dei Santi Pietro e Paolo di San Pietro Berbenno, con il tradizionale concerto inaugurale della kermesse estiva tenuto dall’Orchestra Fiati di Valtellina diretta dal Maestro Lorenzo Della Fonte. “L’immortale musica dell’Ottocento” il titolo dell’esibizione, quale viaggio dentro composizioni di autori italiani noti e meno noti del diciannovesimo secolo. Si tratta, peraltro, del concerto numero 150 dalla fondazione dell’Orchestra, avvenuta nel 1991, in cui si distingueranno gli assoli di Marco Milani, alla tromba, e di Alessandro Castelli, all’euphonium.

«Sfido chiunque a dire che non si fa mai niente in Valtellina - ha sottolineato ieri pomeriggio, in conferenza stampa, Dario Ruttico, vicepresidente dell’ente montano di Sondrio -, perché qui stiamo parlando di una rosa di opportunità fra cui poter scegliere che va da qui al 10 ottobre, tutte di qualità, di vario genere, anche musicale, e, semmai, talvolta, concomitanti. So che è un peccato, ma è difficilissimo mettere d’accordo così tanti attori, fra comuni e associazioni, perché ciascuna deve rispettare anche i propri tempi, le proprie tradizioni locali».

Ben 15, peraltro, i Comuni partner di Estat’Arte, fra Berbenno, Caspoggio, Castione, Chiesa, Chiuro, Colorina, Faedo, Lanzada, Montagna, Piateda, Poggiridenti, Ponte, Postalesio, Torre di Santa Maria e Tresivio, e 9 le associazioni aderenti, ovvero, Serate Musicali, ForteMente, Orchestra Fiati della Valtellina, Mondo Cultura, Associazione teatrale “Oltre la parola”, Rock and Rodes, Musica Viva, Arci “Il contatto”, e United European Culture Association.

La rassegna mira a offrire occasioni di svago non solo ai nostri turisti ma anche ai residenti, tant’è che sono state distribuite 27mila copie dell’opuscolo “Calendario delle manifestazioni” a tutte le famiglie del territorio della Comunità Montana Valtellina, Sondrio compresa».

© riproduzione riservata