La loro moto è quella più veloce  «Così abbiamo vinto in Spagna»
Andrea Fondrini in sella con il prototipo che ha vinto

La loro moto è quella più veloce

«Così abbiamo vinto in Spagna»

Anche tre studenti valtellinesi alla sfida tra le università

«Il prototipo che noi abbiamo progettato al primo posto assoluto»

Tre studenti valtellinesi di ingegneria del Politecnico di Milano hanno preso parte ad una competizione internazionale tra università di ingegneria di tutto il mondo, promossa da ‘’Moto Engineering Foundation’’ e ‘’TechnoPark MotorLand’’, che si è conclusa dal 3 al 7 ottobre scorsi al termine di un biennio di lavoro, sul Motorland Aragòn FIM Circuit , in Spagna.

I tre ragazzi fanno parte del Polimi Motorcycle Factory (forte di 80 studenti) che ha conquistato il primo posto al termine di un progetto che aveva come obbiettivo quello di applicare e verificare (in pratica) tutte le conoscenze acquisite durante gli studi.

I tre valtellinesi sono Andrea Fondrini (quinto anno di automation control) di Montagna, Gloria Buzzetti (quinto anno di energetica) di Sondrio e Eleonara Codazzi (quarto anni di designer) di Ardenno. Ci ha spiegato Andrea com’è “maturata” questa avventura: «Si è trattato di una competizione internazionale studentesca che ha visto impegnate, in questo giro, 45 università di tutto il mondo. Si è trattato di allestire (e poi far correre su pista) un prototipo di moto, partendo tutte con lo stesso motore Ktm, un treno di gomme slick della Dunlop e impianto frenante (pinze e pompe freno). Tutto il resto doveva essere progettato e costruito dai concorrenti studenti. Il prototipo così “inventato” veniva poi sottoposto a test statici, superati i quali c’erano quelli dinamici. Un giro di circuito per ottenere il titolo di “motocicletta sicura” e ammissione alla gara vera e propria, vinta dal prototipo»

:Andrea Fondrini, data Analysis & Regulations Technical Director, si è occupato della realizzazione della sensoristica e dell’elettronica; in pista della telemetria e set up della moto, oltre che coordinare i lavori di tutto il team come direttore tecnico). Eleonora Codazzi era membro del reparto Pr e Sponsor, grafica delle carene e immagine del team. Gloria Buzzetti (membro di Powertrain), si è occupata della parte di dissipazione termica, progettando il radiatore).

© RIPRODUZIONE RISERVATA