La denuncia dell’Enpa sulle donazioni  «Rubano dai bidoni davanti all’Iperal»
Uno dei bidoni dell’Enpa davanti a un ipermercato Iperal

La denuncia dell’Enpa sulle donazioni

«Rubano dai bidoni davanti all’Iperal»

Il caso a Morbegno. La presidente Sara Plozza ha già chiesto alla direzione dei contenitori nuovi. «È incredibile, c’è chi ruba scatolette destinate alle nostre strutture, metteremo lucchetti».

Rubano le donazioni per gli animali dell’Enpa. Ai punti vendita di Morbegno si registrano i furti maggiori. La denuncia arriva dalla presidente dell’Ente nazionale protezione animali di Sondrio, Sara Plozza, e ha già suscitato lo sdegno di molti amanti degli animali, ma in generale delle persone di buon senso, che condannano i gesti incivili. «Da cinque anni abbiamo avviato la collaborazione con l’Iperal - spiega Plozza - che ci ha fornito dei bidoni verdi che abbiamo “addobbato” per renderli riconoscibili e poi posizionato nei vari punti vendita. Si tratta di un’iniziativa che il presidente dell’Iperal, Antonio Tirelli, ha sponsorizzato in modo diretto, visto che da sempre è sensibile alle nostre campagne e ci sostiene nelle raccolte cibo e per questo gli siamo grati. Oggi purtroppo ci siamo dovuti rivolgere alla direzione per segnalare l’ennesimo furto e ci auguriamo che accolgano la nostra richiesta di fornirci nuovi bidoni su cui potere inserire un lucchetto in modo da scongiurare la presenza di ladri».

Negli ipermercati Iperal della Valtellina è, infatti, presente il bidone verde dell’Enpa in cui chi vuole può lasciare prodotti destinatati agli animali del canile e del gattile dei quali l’associazione animalista si occupa da sempre in modo del tutto volontario, si capirà, quindi, come anche una piccola donazione possa fare comodo. «L’iniziativa funziona - afferma la portavoce locale di Enpa - c’è chi dopo avere acquistato per i propri animali ci lascia qualche scatoletta, chi ci dona la sabbia per le lettiere dei gatti, chi provvede al fabbisogno di una nuova cucciolata di gattini o chi lascia nel bidone il cibo che magari l’animale di casa non mangia più perché morto o perché diventato intollerante».

Ma c’è un ma. «Abbiamo già riscontrato dei problemi di immondizia che non accennano a diminuire, eppure i contenitori sono ben riconoscibili anche da un apposito cartello, ma c’è chi lo scambia per un cestino della spazzatura costringendo i volontari ad armarsi ogni volta di guanti e disinfettanti per ripulire tutto. Come se non bastasse - rimarca Plozza - ci sono i furti, questo è il gesto più grave. Enpa aiuta tutti, invece di rubare cibo e magari abbandonare i cuccioli fuori dalla nostra struttura, sarebbe meglio farci una chiamata così interverremmo». E ancora: «A Castione c’è anche sparito un bidone, al Fuentes abbiamo già chiesto la sostituzione con un box a cui poter mettere un lucchetto e a Morbegno in particolare la situazione è allarmante, c’è sempre qualcuno che costantemente ruba il contenuto del bidone. Per questo - conclude la presidente di Enpa Sondrio - abbiamo inoltrato la richiesta all’Iperal per la fornitura di nuovi contenitori che possano essere aperti solo ed esclusivamente dai volontari al loro svuotamento. Nel frattempo ci auguriamo di cuore che episodi del genere non si debbano ripetere».


© RIPRODUZIONE RISERVATA