La Cri di Morbegno  «Molti nascondono  febbre e altri sintomi»
Un operatore della Cri di Morbegno (Foto by lisignoli)

La Cri di Morbegno

«Molti nascondono

febbre e altri sintomi»

I volontari: «Cosi mettete in pericolo voi e noi»

Morbegno

Una denuncia, ma anche un appello gridato attraverso i social network, così da riuscire ad arrivare a più persone possibile: «Aiutateci ad aiutare».

La sezione di Morbegno della Croce rossa italiana ha usato la sua pagina Facebook per l’appello-denuncia.

«Abbiamo un grosso problema - scrivono i volontari. La gente a volte ci nasconde la febbre, ci nasconde il contatto con persone o parenti che hanno sintomi riconducibili al coronavirus, esponendo purtroppo noi operatori e molte altre persone al contagio. Noi soccorritori in quarantena non vi possiamo essere di alcun aiuto».

Chiamano l’ambulanza, ma non dicono il motivo, in questo modo rischiano di contagiare i volontari oltre al fatto che intralciano il loro lavoro.

Un problema davvero serio, e i volontari della Croce rossa morbegnese ne approfittano per ricordare come comportarsi quando si chiede un intervento di soccorso per qualunque tipo di motivo.

Un conto andare a soccorrere qualcuno che ha avuto un infortunio o un evento acuto, un conto è andare da qualcuno che sta male, verosimilmente, per il Covid.

«Chi ha sintomi ricollegabili all’infezione da coronavirus deve avvisarci, perché noi operatori sanitari dobbiamo prendere delle precauzioni in più rispetto a quelle prese ogni volta che interveniamo per un soccorso». affermano sulla pagina Facebook della Cri della Città del Bitto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA