La corsa alle poltrone  Madesimo, che caos  San Giacomo, due liste
Alle urne il 20 e 21 settembre

La corsa alle poltrone

Madesimo, che caos

San Giacomo, due liste

Dal tutti contro tutti a tentativi di ricucire

Fine corsa al cardiopalma per la presentazione delle liste in Valchiavenna. A Madesimo è il caos sul fronte liste e candidati e a San Giacomo è spuntata la sorpresa. Occhi puntati soprattutto su Madesimo, dove non ancora tutto è risolto. Ancora poche ore e si saprà la verità su chi parteciperà alle elezioni amministrative per conquistare la poltrona di sindaco nella località turistica.

Le uniche due certezze, finora, sono le candidature di Daniela Pilatti a capo della lista “Insieme per Madesimo” e di Florio Deghi con “Madesimo, Rinasci!”. Poi si entra nel regno delle incertezze e delle novità assolute. Dovrebbe consegnare la lista in mattinata il gruppo degli ex assessori, usciti dalla maggioranza dell’ex sindaco Franco Masanti, vael a dire Paolo Moiola e Serena Robba. La novità dell’ultimo momento è che candidato sindaco non sarà il primo, ma la seconda. Nome finora mai entrato nel lotto dei papabili. In lista naturalmente Moiola, ma anche Patrizia Pilatti. Ex sindaco e consigliere di Mese che recentemente ha dato le dimissioni per candidarsi a Madesimo. Non a sindaco come sembrava inizialmente. Silenzio di tomba sulla ipotetica quarta lista. Quella che fa capo all’ex minoranza di Paola Barri e Simone Curti. Ci sarebbe stato nei giorni scorsi un tentativo di riavvicinamento al gruppo Moiola-Robba. Bisognerà aspettare le 12 di oggi per capirci di più. Non è finita. Ieri mattina ha lanciato la sua autocandidatura Eugenio Nonini. Il celebre attivista e agricoltore della associazione Arare ha lanciato il suo appello su internet per trovare persone disposte a entrare in lista. A 24 ore dalla scadenza sembrava abbastanza lontano dall’obbiettivo minimo degli 8 candidati consiglieri. Tutto liscio, invece, a Novate Mezzola. Presentate le liste “Nova Te”, candidato sindaco Fausto Nonini, vicesindaco uscente, e “Uniti per Novate” che conferma la candidatura di Daniele Tavasci. Entrambe rispetto al 2019 presentano nomi in continuità e qualche novità. Qui peraltro il ricorso anticipato alle urne è dovuto alla prematura scomparsa del sindaco Pierangelo Nonini, vittima la scorsa primavera del coronavirus.


© RIPRODUZIONE RISERVATA