La conferma del Comune di Morbegno  «Il Carnevalissimo si fa»
La sfilata di Carnevale ci sarà

La conferma del Comune di Morbegno

«Il Carnevalissimo si fa»

Il 26 febbraio dalle 13,30 appuntamento con la sfilata delle maschere e i carri per le vie del centro.

Conto alla rovescia per il il Carnevalissimo: il 26 febbraio dalle 13,30 in avanti in piazza dei Caduti a Morbegno si aprirà la festa dedicata alle maschere e ai coriandoli. La prima buona notizia dunque è che il Carnevalissimo, dopo tanta incertezza sul da farsi, verrà ufficialmente organizzato. Lo conferma il sindaco Andrea Ruggeri che in questi giorni si è più volte incontrato con il consorzio turistico di Morbegno, commercianti, Pro loco, oratorio San Luigi di Morbegno, radio Channel Morbegno, con l’obiettivo dichiarato «di dare un seguito a una manifestazione sentita nella nostra città», dice il primo cittadino. L’amministrazione comunale, anticipando i contenuti del programma definitivo che sarà reso noto all’inizio della prossima settimana, fa sapere che il cuore dell’iniziativa «sarà la piazza dei Caduti dove allestiremo il palco - rimarca Ruggeri - mentre gruppi mascherati, gruppi musicali e qualche carro (pochi in realtà visto che già precedentemente impegnati o assenti perché è mancata forza lavoro) sfileranno per le vie del triangolo cittadino, cioè nel centro storico».

La seconda novità, invece, riguarda il piano B per il Carnevalissimo pensato per garantire la manifestazione anche in caso di maltempo. «Sarà soprattutto una festa incentrata sul divertimento dei bambini - ancora il sindaco - per questo in caso di cattivo tempo è soprattutto a loro che saranno rivolte le iniziative che stiamo pensando in spazi chiusi come l’auditorium Sant’Antonio con film a tema in orari diversi per scaglionare le presenze, ma anche nelle sale dell’oratorio dove predisporre la merenda. Nel pool di lavoro che sta ultimando i dettagli ci sono anche Croce rossa e altri soggetti che garantiranno lo svolgimento in sicurezza della manifestazione».

Dal canto suo il consorzio Porte di Valtellina, ha dato disponibilità a collaborare con il materiale degli scorsi anni, che sarà utilizzato anche in questa occasione. Il Comune, per superare l’impossibilità di una gestione diretta dell’iniziava, ha scelto di coinvolgere soggetti terzi «che hanno gli strumenti per curare la regia del Carnevale. Era nostra intenzione non perdere un’iniziativa che fa parte della tradizione morbegnese apprezzata ben al di fuori dei confini cittadini. E così abbiamo fatto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA