La cicogna ha fatto gli straordinari, più bimbi nati a Sondrio e Sondalo
Medici e ostetriche del reparto di ostetricia di Sondrio

La cicogna ha fatto gli straordinari, più bimbi nati a Sondrio e Sondalo

Nel 2019 sono stati 886 rispetto agli 849 del 2018. Ma lo scorso anno c’erano le 68 nascite a Chiavenna.

Non soltanto nella giornata di ieri e il 31 dicembre dello scorso anno, ma tutti i giorni del 2019 sono stati vissuti molto intensamente e con grande impegno, attenzione e professionalità da tutto il personale (medici, infermieri, ostetriche e puericultrici) dei reparti di ostetricia e ginecologia degli ospedali della provincia di Sondrio che si è occupato di accudire le neo mamme nelle delicate fasi del travaglio e dal parto e non solo e i loro bambini.

Entrando nel dettaglio, nel corso del 2019 sono stati in totale 886 i bambini nati nei nosocomi di Sondrio e Sondalo, contro gli 849 dell’anno precedente: in particolare, Alessandro è stato il bambino numero 583 nato nel 2019 all’ospedale di Sondrio. Nel 2018 erano stati, invece, 580 i bambini che avevano visto la luce nel reparto del nosocomio del capoluogo, diretto dal dottor Ciro Sportelli, quindi il dato si è mantenuto sostanzialmente costante negli ultimi due anni; non bisogna comunque sottovalutare il fatto che l’incremento, seppur di soli tre bambini, rappresenta un trend in controtendenza rispetto a quello nazionale, visto che il dato complessivo italiano parla di un 10% di nascite in meno nel 2019 rispetto all’anno precedente.

Un trend positivo che è stato addirittura più accentuato per quanto riguarda l’ospedale di Sondalo: nel 2019, infatti, sono nati 303 bambini nella località dell’Alta Valle, mentre nel 2018 le nascite si erano fermate a 269: 34 nascite in più rispetto all’anno precedente che, tradotto in percentuale, evidenzia una crescita del 12%.

Nel 2018, in realtà, le nascite registrate in provincia di Sondrio erano state 917 visto che alle 849 di Sondrio e Sondalo si aggiungevano le 68 avvenute al punto nascita di Chiavenna prima della sua chiusura. I dati proprio del 2018, comunque, considerando anche l’attività del punto nascite della Valle del Mera avevano fatto registrare un calo del 10% sulle nascite del 2017 e va quindi sottolineato in maniera ancor più positiva l’incremento invece avvenuto sia a Sondrio sia a Sondalo nel 2019 rispetto proprio al 2018.

Tornando, infine, a questo 2020 appena iniziato, se tra Sondrio e Sondalo è stata Chloe Turcan, bambina di origine moldava, l’unica nata in Valtellina e Valchiavenna, va aggiunto anche il piccolo Filippo che ha visto la luce all’ospedale di Gravedona nel pomeriggio di ieri. Secondo le stime dell’Unicef sono nati ieri, il primo giorno dell’anno, circa 1.210 bambini in tutta Italia. Una cifra che, proiettata su scala globale, sale a 392.078 bambini in tutto il mondo, con i lieti eventi concentrati soprattutto in India (67.385 nuovi nati), Cina (46.299) e Nigeria (26.039).

«Ogni mese di gennaio - ha sottolineato Francesco Samengo, presidente di Unicef Italia - l’Unicef vuole celebrare i bambini nati il giorno di Capodanno, un buon auspicio per la nascita dei bambini in tutto il mondo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA