La carica dei 400 per “Vivi lo sport”
Il tennis è stato tra le discipline in cui gli studenti si sono cimentati

La carica dei 400 per “Vivi lo sport”

Gli studenti di tre scuole primarie di Tirano hanno potuto cimentarsi ieri in diciassette attività. Stadio comunale, impianti di tennis, piscina e bocciodromo le sedi delle prove con sedici associazioni impegnate.

Quattrocento studenti delle tre scuole primarie di Tirano ieri hanno potuto cimentarsi 17 discipline sportive grazie all’aiuto di 16 associazioni del territorio. L’occasione è stata “Vivi lo sport”, festa promossa dal Comune di Tirano con il patrocinio del Coni Lombardia, organizzata in collaborazione con l’Istituto comprensivo e le associazioni sportive abduane, oltre ad alcuni sodalizi di fuori città.

Non è la prima volta che a Tirano si festeggia lo sport, ma questa volta sono due le novità: l’iniziativa si è tenuta nel corso della settimana e durante l’orario scolastico, inoltre si è articolata nella zona sportiva di Tirano, ovvero fra lo stadio comunale, gli impianti di tennis, la piscina e il bocciodromo. Radioso il viso dei bambini che dalle 9 fino 15,30, spostandosi come gruppo classe fra un circuito e l’altro, hanno praticato arrampicata sportiva, calcio, ginnastica artistica, karate, mountain bike, ciclocross, nordic walking, golf, rugby, atletica, nuoto, pallacanestro, pallavolo, tennis, tennis da tavolo, badminton, danza creativa-rilassamento psicomotorio.

La nuova formula della festa è stata proposta al tavolo dello sport coordinato dal Comune dalla referente della scuola primaria dell’Istituto comprensivo Mariluci Vesnaver, accolta con entusiasmo dalle associazioni che hanno collaborato durante l’intera giornata. Per pranzo c’è stata una pausa con un pasto al sacco, consumato all’aperto, complice la giornata di sole.

«La nostra scuola è sempre stata molto attenta alle attività sportive, tant’è che da alcuni anni partecipiamo al progetto “Lombardia in gioco” con il contributo del Comune di Tirano – afferma la dirigente dell’istituto comprensivo Luisa Porta -. Inoltre avviamo progetti sportivi nelle scuole. A maggio avevamo concluso lo scorso anno scolastico con la giornata dello sport al campo sportivo, dove abbiamo proposto solo l’atletica. Il Comune per anni ha organizzato un sabato pomeriggio sportivo, di cui però non tutti i bambini fruivano per diversi motivi».

«Promuovere in un giorno di scuola “Vivi lo sport” come oggi significa permettere a 400 scolari di avere un assaggio di queste attività. Mariluci Vesnaver ha fatto un “miracolo” organizzativo e la ringrazio, come ringrazio le associazioni. Vedere quanta gente si metta in gioco per i bambini è commovente». In prima linea ieri anche Protezione civile Ana, Croce rossa italiana, Ats e Secam per l’acqua naturalizzata distribuita nelle borracce “Tirano Sport”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA