Jessica e il suo papà  domani i funerali a Teglio
Le tensostruttura al campo sportivo dove domani alle 15 saranno celebrati i funerali

Jessica e il suo papà

domani i funerali a Teglio

Via libera alla sepoltura dopo le autopsie. Le esequie alle 15 al campo

Il via libera alla sepoltura di Silvano Andreoli, 48 anni, e di sua figlia Jessica, 21 anni compiuti l’8 luglio scorso, entrambi sottoposti ad autopsia, è giunto ieri pomeriggio e subito i loro familiari più stretti, Bruna Galli, moglie e madre delle vittime, e sua suocera Beatrice, insieme a don Mario Simonelli, curatore delle 350 anime che fanno San Giovanni di Teglio, hanno stabilito data e orario dei funerali.

Si terranno domani, nella tensostruttura allestita al campo sportivo, in occasione della festa del santo patrono, il 24 giugno scorso, dagli “Amis de San Giuan”.

È qui che convergeranno i residenti nella piccola, ma unita frazione tellina, per stringersi in un corale abbraccio ai famigliari di Silvano e Jessica che, hanno chiesto però, di poter avere per un attimo solo, tutte per loro le bare dei congiunti.

Per questo gli operatori delle pompe funebri Ascar, di Teglio, nel trasportare le salme dall’obitorio dell’ospedale di Sondrio, dove attualmente si trovano, al luogo del funerale, prima di giungere alla tensostruttura, giovedì, faranno una breve sosta, fra le 14 e le 14.45, nella corte di casa Andreoli, in via Scranzi, per permettere ai famigliari di potersi raccogliere appresso ai feretri, in un ultimo intimo abbraccio. «Dapprima, con l’arciprete, don Francesco Quadrio - dice don Mario Simonelli - saremo al campo sportivo per il Rosario poi, poco prima delle 15, mi staccherò per raggiungere casa Andreoli e da lì, con i feretri, raggiungeremo il campo sportivo in processione. Si parla di non più di un centinaio di metri a piedi, con i famigliari più stretti al seguito e tutt’al più i fedeli che vorranno seguire».


© RIPRODUZIONE RISERVATA