Istituto comprensivo intitolato a Davide Pace. Sondalo si oppone
Il ricercatore monzese Davide Pace sulla Rupe Magna

Istituto comprensivo intitolato a Davide Pace. Sondalo si oppone

Stop all’iter per dedicare la scuola al ricercatore. L’amministrazione comunale non è d’accordo. Il sindaco: «Si tratta solo di una questione di metodo».

Non c’è Pace per il nuovo istituto comprensivo di Grosio Grosotto Sondalo. A più di un anno di distanza l’indicazione puramente geografica avrebbe dovuto lasciare spazio al nome di battesimo, almeno secondo le previsioni del dirigente scolastico Elena Panizza, del consiglio docenti e del consiglio di istituto, invece il Comune di Sondalo si è opposto all’intitolazione l’istituto allo scopritore delle incisioni del parco delle incisioni rupestri di Grosio e Grosotto, il ricercatore monzese Davide Pace, che nel 1966 sulle rocce nella zona dei castelli trovò i petroglifici. Piace a tutti l’intitolazione a Pace - gli altri comuni (Lovero, Mazzo, Tovo, Vervio, Grosotto e Grosio) hanno dato il benestare a questa iniziativa -, anche alla Prefettura che ha dato l’ok e all’Ufficio scolastico territoriale, ma non al Comune di Sondalo, che ha detto no.

«Ci siamo opposti per una questione di metodo - spiega il sindaco di Sondalo, Ilaria Peraldini -. Su una questione così importante ci saremmo attesi un maggior coinvolgimento delle amministrazioni comunali già in fase di scelta dei nomi da proporre, invece la scuola ci ha semplicemente avvisato dopo che era stata formalizzata la candidatura di Pace e la scelta era votare per lui oppure no».

«Il fatto che Davide Pace magari possa essere poco rappresentativo del Comune di Sondalo non centra nella nostra presa di posizione, ne facciamo una pura e semplice questione di metodo operativo», sottolinea il primo cittadino. Il consiglio di istituto composto da rappresentanti di tutti i comuni che fanno parte del plesso (Sondalo, Grosio, Grosotto, Mazzo, Tovo, Vervio, Lovero) aveva scelto in una rosa di tre nomi. Ma l’assenza dei genitori sondalini in fase di consultazione se prima poteva essere casuale, dopo il no del Comune lo appare di meno. La candidatura di Pace aveva superato quella del pittore di origine grosina Cipriano Valorsa, del quale a Grosio c’è la casa natia, i suoi affreschi e dipinti sono sparsi in varie zone del territorio, a lui è già intitolata la scuola media di Berbenno, nonché del tisiologo sondalino Ausonio Zubiani, il fondatore del sanatorio Morelli.

Dopo il via libera dell’Ufficio scolastico provinciale, la proposta è finita alle amministrazioni comunali. «Tutte hanno espresso parere favorevole tranne Sondalo - afferma con un pizzico di dispiacere la dirigente scolastica Elena Panizza -. Ora l’iter sarà rifatto, ma non servirà più in questa nuova votazione l’assenso di tutti i Comuni».

L’intitolazione dell’istituto comprensivo di Grosio Grosotto Sondalo a Davide Pace potrebbe essere solamente stata rinviata di qualche mese, a meno che nel frattempo a qualcuno riesca il colpo di genio di trovare un nome che unisca l’intero territorio da Lovero a Sondalo. Un’impresa finora rilevatisi titanica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA