Investimenti, Trenord assicura  un programma
Dopo i disagi di inizio settimana chieste garanzie a Trenord

Investimenti, Trenord assicura

un programma

Colloquio milanese mercoledì tra l’azienda e Fedele della Cisl

Un piano di investimenti a medio termine che, in linea generale, sarebbe già stato approntato e discusso con la Regione. È quanto prospettato dai vertici di Trenord nel corso dell’incontro di mercoledì tra Paolo Ferrarese, responsabile delle relazioni sindacali della società e Michele Fedele della Cisl di Sondrio.

Nel corso del colloquio milanese, Fedele ha sostenuto la necessità di un programma di interventi e, soprattutto, di investimenti, mirato al rinnovamento e alla manutenzione del materiale rotabile impiegato per il trasporto delle persone sulle linee ferroviarie della provincia di Sondrio.

«Siamo realisticamente consapevoli - ha detto il referente trasporti della Cisl a Ferrarese - che, data l’attuale vetustà del materiale rotabile di Trenord e nell’impossibilità di poter agire con una “bacchetta magica”, sia impossibile nell’immediato risolvere tutti i problemi. Proprio per questo riteniamo necessaria la predisposizione di un programma di investimenti sulla manutenzione e sull’innovazione che, da qui a qualche anno, sia in grado di elevare la qualità dei nostri servizi ferroviari rendendone pienamente accettabile la fruibilità».

E proprio a questo proposito i vertici di Trenord, dopo aver evidenziato i «notevoli passi avanti fatti negli ultimi anni (dal 2014 al 2016 la puntualità sulla linea Milano - Tirano è aumentata, passando dal 53% all’89% e la media delle soppressioni giornaliere è scesa da 2,5 a 0,5)», si sono resi disponibili a prospettare quel piano di investimenti a medio termine già oggetto di un primo confronto con l’amministrazione regionale.

«Attendiamo, dunque che Trenord ci mostri questo piano - ancora Fedele - che potrebbe essere oggetto di discussione nel corso dell’incontro recentemente richiesto unitariamente con la Cgil e la Uil all’amministratore delegato Cinzia Farisè, oltre che di valutazione al tavolo di confronto sulle problematiche del trasporto pubblico istituito dal presidente della Provincia Luca Della Bitta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA