Inaugurate a Morbegno le case Aler di via Ligari
Le due palazzine dell’Aler realizzate in via Ligari (Foto by Foto Gianatti)

Inaugurate a Morbegno le case Aler di via Ligari

Edilizia convenzionata. Ieri mattina la consegna delle prime 18 chiavi su 24 alloggi realizzati in zona Nord. Alla cerimonia, oltre al sindaco Gavazzi, il presidente dell’azienda, Danesi, e le autorità provinciali e regionali.

Ieri mattina sono state consegnate le prime 18 chiavi dei 24 appartamenti di via Ligari. Cioè del complesso Aler inaugurato ieri a Morbegno, «conferendo così valore aggiunto a una zona che, lungi dall’identificarsi con un quartiere dormitorio, presenta un tessuto sociale e di servizi ricco e diversificato». Queste le parole del sindaco di Morbegno, Alberto Gavazzi, che ha presenziato al taglio del nastro insieme al presidente di Aler Bergamo, Lecco e Sondrio, Fabio Danesi, e Stefano Bolognini, assessore alle Politiche sociali abitative e disabilità della Regione Lombardia, il consigliere regionale Simona Pedrazzi, il vice presidente della Provincia Andrea Ruggeri e il vicesindaco di Sondrio Lorenzo Grillo Della Berta.

Un intervento significativo, del valore di 2.370.000 euro, con i quali si è provveduto alla costruzione di due palazzine di tre piani, realizzate con tutte le misure previste dalla normativa vigente, per la riduzione dei consumi energetici e dell’inquinamento provocato da fonti tradizionali. «Un lavoro di squadra e di attenzione al territorio - ha detto Danesi -, oltre che un segno di responsabilità per tutte quelle famiglie in attesa di ricevere una casa. Si tratta di un intervento pensato nel rispetto del contesto ambientale e architettonico dell’area interessata, con soluzioni impiantistiche efficienti e assenza di emissioni in atmosfera. Una risposta abitativa adeguata, dunque, per quei cittadini che pur avendo un reddito, non possono permettersi una casa a prezzi di libero mercato».

L’assessore regionale Bolognini ha ricordato l’impegno della Regione Lombardia nel finanziare interventi di rigenerazione urbana, che considerati complessivamente sul territorio di Sondrio assumono valori importanti attraverso il programma ministeriale denominato Regione ha investito 3,5 milioni di euro, ristrutturando ed efficientando circa 500 alloggi. All’interno del programma di manutenzione straordinaria del patrimonio Aler, la Regione Lombardia ha investito 1,2 milioni di euro in tre interventi previsti a Morbegno, Tirano e Chiavenna. A sostegno dei nuclei familiari in difficoltà economica, la Regione, attraverso il contributo di solidarietà, ha erogato 11.600 euro di risorse al Comune di Morbegno.

«La Lombardia - ha detto Bolognini - dimostra ancora una volta l’attenzione alle fasce più deboli della popolazione. Finalmente, le famiglie ricevono una risposta concreta, a quella che è più che una semplice necessità. Una casa rappresenta infatti un modo per acquisire maggiore autonomia e dignità all’interno di quartieri più adeguati e attenti alla qualità della vita complessiva. Ringrazio l’Aler per la collaborazione e il lavoro di squadra che ci ha consentito di raggiungere questo importante risultato per tutta la comunità di Morbegno, grazie anche al reinvestimento di risorse regionali per oltre 1,4 milioni di euro e ricavi da vendite autorizzate dalla Regione per oltre 750mila euro».

Anche Massimo Sertori, assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli comuni, ha voluto sottolineare il valore degli interventi realizzati: «La Regione Lombardia sta attuando nei territori montani significativi programmi a conferma di quanto previsto anche nel Programma Regionale di Sviluppo della XI legislatura, che contempla l’attuazione di politiche volte a scongiurare lo spopolamento delle aree di montagna. L’intervento di Morbegno rientra a pieno titolo nella pianificazione complessiva della Regione per la valorizzazione dei nostri territori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA