In quattro per la poltrona di sindaco a Sondrio

In quattro per la poltrona di sindaco a Sondrio

I candidati alla stüa di palazzo Pretorio sono tutti uomini, dai 46 ai 72 anni, insieme a loro un aspirante consigliere comunale ogni 46 abitanti.

Chiusi ufficialmente i termini per la presentazione delle candidature in vista del rinnovo del consiglio comunale sondriese, è questo il quadro completo della pattuglia in corsa per la tornata elettorale amministrativa del 10 giugno.

Complessivamente sono 466 gli aspiranti consiglieri comunali per i 32 posti a disposizione nel parlamentino del capoluogo, suddivisi in 16 liste: 6 in appoggio alla candidatura di Marco Scaramellini per il centrodestra (178 candidati di cui 68 donne e 110 uomini); cinque per Nicola Giugni rappresentante del centrosinistra (160 candidati di cui 69 donne e 91 uomini); quattro civiche per Fiorello Provera (107 candidati di cui 48 donne e 59 uomini) e una del Movimento 5 Stelle in appoggio a Marco Ponteri (21 candidati di cui 9 donne).

La coalizione più in rosa è quella presentata dal candidato Provera, mentre tra le singole liste la componente femminile è in maggioranza soltanto nell’elenco del Partito democratico: diciassette a quindici le candidate.

Grande tradizione di partecipazione attiva in città, i candidati alla poltrona di sindaco sono due in meno di cinque anni fa, quando il centrodestra si presentò sfilacciato e a sfidare il sindaco uscente Alcide Molteni, giunto ora al capolinea della sua esperienza ventennale a palazzo Pretorio, furono in cinque: Mario Fiumanò, Giuseppe Tarabini, Lorenzo Grillo Della Berta, Davide Tacelli e Matteo Barberi.

Ufficializzati i nomi dei candidati sindaco e degli aspiranti consiglieri comunali, la campagna elettorale entra nel vivo.Un mese di tempo per convincere i sondriesi a scegliere questo o quel primo cittadino, le urne si apriranno infatti in un’unica giornata, domenica 10 giugno, per il primo turno con eventuale ballottaggio già fissato al 24 giugno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA