In manette spacciatore: mega sequestro di cocaina

In manette spacciatore: mega sequestro di cocaina

Nello zaino tra i giochi dei figli aveva un chilo e sette etti di cocaina e circa 400 grammi di hashish. Oltre a singole cessioni, per l’accusa riforniva anche i corrieri che erano diretti verso l’Alta Valle.

La Squadra Mobile della Questura di Sondrio ha arrestato un pregiudicato monzese in un’operazione antidroga. L’indagine è legata agli arresti già effettuati in autunno che avevano coinvolto un autista della Comunità di recupero Il Gabbiano di Tirano e altri due corrieri della droga.

A finire in carcere stavolta è stato Tommaso Giannino, un 52enne residente a Barlassina (Monza e Brianza). Gli investigatori del vice questore Carlo Bartelli, con questo ultimo arresto, hanno sgominato la rete brianzola che riforniva droga in Valtellina e, in particolare, il mercato dello spaccio di Tirano e della vicina Svizzera. Giannino è stato sorpreso mentre stava cedendo droga: nell’auto perquisita la polizia ha trovato 4.500 euro in contanti e hashish. Ulteriori accertamenti scattati nell’abitazione dell’uomo hanno permesso di sequestrare circa 1,7 chili di cocaina, divisa in 5 involucri e poco meno di 5 etti di hashish in panetti, oltre a un bilancino di precisione e a un telefonino cellulare. Un giro d’affari da 200mila euro.

Il pregiudicato, sposato con una donna polacca, nascondeva lo stupefacente nella cantina del palazzo in cui abitava. Gli agenti della Sezione Narcotici hanno recuperato hashish e cocaina in uno zaino, tra i giochi del figlio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA