In 2.500 al voto per le primarie del Pd  Renzi conquista la provincia con il 77%

In 2.500 al voto per le primarie del Pd

Renzi conquista la provincia con il 77%

Il segretario ha ottenuto 1.983 preferenze, 574 Orlando, Emiliano non era votabile. Il segretario provinciale Curti: «Una grande prova di democrazia. Grazie a tutti i volontari»

Nessun dubbio: i simpatizzanti del Partito democratico di Valtellina e Valchiavenna stanno saldamente con il segretario uscente e, a questo punto, rientrante. Alle primarie Matteo Renzi ha ottenuto 1.983 voti, pari al 77% del totale contro i 574 ottenuti da Andrea Orlando, mentre il terzo contendente nazionale alla segreteria, il presidente della Puglia Michele Emiliano non poteva essere indicato non avendo raccolto le firme necessarie nel nostro collegio. Fattispecie sfuggita a qualcuno degli elettori che davanti a quel vuoto ha infatti optato per la scheda bianca. La giornata di voto ieri si è svolta nella più totale tranquillità nei venti seggi organizzati in tutta la provincia grazie al centinaio di volontari che hanno prestato il proprio tempo al partito. I dati finali parlano di un calo del 45% dei votanti rispetto all’analogo appuntamento del 2013 quando ai seggi andarono 4.663 valtellinesi. L’afflusso maggiore, chiaramente, nei due centri principali: Sondrio e Morbegno. Nel capoluogo hanno votato in 602: 483 a favore di Renzi (80%) e 112 per Orlando. A Morbegno hanno votato complessivamente in 413: 331 a favore di Renzi (80% esattamente come a Sondrio) e 77 per Orlando.

Leggi l’approfondimento su la Provincia di Sondrio in edicola il 1 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA