Imbrattato il sottopasso ferroviario di Talamona
Ecco come si presenta il sottopassaggio ferroviario di Talamona

Imbrattato il sottopasso ferroviario di Talamona

Ancora vandalismi in zona dopo le scritte fasciste di maggio. La denuncia del Comune anche su Fb.

Ancora un episodio odioso di assoluta mancanza di rispetto di ciò che è di tutti, di ciò che in tanti frequentano per andare a scuola o al lavoro. «Ennesimo episodio di vandalismo. Ecco come si presenta il sottopasso ferroviario di Talamona. La salvaguardia del patrimonio pubblico è un dovere di tutti, facciamo in modo che non accada più. Eventuali segnalazioni possono essere fatte alla polizia locale». È questo il lapidario commento dell’amministrazione comunale di Talamona che ha fotografato le scritte che imbrattano il sottopasso della stazione.

Il comune stigmatizza l’episodio mostrandolo anche sulla sua pagina di Facebook per richiamare l’attenzione su un’area già in passato spesso oggetto di vandalismi invitando la popolazione a segnalare qualsiasi situazione sospetta.

Gli ultimi episodi di una certa consistenza legati all’area Fs risalgono al mese di maggio, quando erano stati sporcati sala d’aspetto e muri della stazione con scritte fasciste . Stabile che, in base a una convenzione sottoscritta con il Comune, vengono gestiti dall’associazione Arcidemos. Situazione condannata dalla Rete antifascista di Sondrio, ma anche dal sindaco di Talamona Fabrizio Trivella e dal consigliere Leonardo Caneva consigliere con delega alle Politiche giovanili.

«Ogni atto simile è da condannare - aveva detto il sindaco -, purtroppo nel tempo non è l’unico che abbiamo registrato sull’intero territorio comunale. Talamona da anni investe sul controllo elettronico del comune, ma non sempre si riesce a monitorare tutto. Spesso questi gesti si possono derubricare a bravate, prendiamo però atto però che anche le bravate possono degenerare in vandalismi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA