Il vento caldo e secco favorisce gli incendi  Fiamme nei boschi e in una cascina
La palma abbattuta dal vento in via Marconi a Chiavenna

Il vento caldo e secco favorisce gli incendi

Fiamme nei boschi e in una cascina

Quella di ieri è stata una giornata di lavoro particolarmente intensa per il personale del distaccamento di Mese, per i volontari che li affiancano partendo dalla stessa caserma e per quelli di Madesimo

Fischiava il vento (caldo) e anche le sirene dei vigili del fuoco si sono fatte sentire. Quella di ieri è stata una giornata di lavoro particolarmente intensa per il personale del distaccamento di Mese, per i volontari che li affiancano partendo dalla stessa caserma e per quelli di Madesimo, che sono scesi a supportare i colleghi. Sono stati ben trenta gli interventi effettuati dalle prime ore del mattino al tardo pomeriggio. Uno dei primi allarmi è scattato a San Cassiano, nel territorio comunale di Prata Camportaccio, per un incendio boschivo sopra il paese.

È stato necessario evitare con rapidità la propagazione delle fiamme, in una mattinata segnata dal vento fortissimo. «La realizzazione di una pista in quella zona è stata finalizzata alla difesa delle abitazioni e del bosco in caso di eventi di questo tipo», ha sottolineato il sindaco Davide Tarabini in attesa di ulteriori accertamenti sull’origine del rogo. Poi le successive richieste al 115 sono state determinate dalla caduta di piante (come la palma finita sull’asfalto in via Marconi) e dalla necessità di mettere in sicurezza cornicioni pericolanti. Tra i punti della città della Mera interessati ci sono stati via Marconi e via Paolo Bossi, dove nei pressi del ponte sono state posizionate delle transenne per evitare che i cittadini si avvicinassero a un edificio considerato pericoloso. Nel pomeriggio è arrivata una richiesta di aiuto da via Roma per un incidente stradale, poi le squadre si sono spostate a Gordona per l’incendio di una cascina.

La situazione si è risolta nel giro di poco tempo. Tanti interventi, insomma, con una giornata di lavoro interminabile per i vigili, ma fortunatamente senza conseguenze particolarmente gravi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA