Il tempietto ritrova i colori di un tempo
Il cantiere aperto e sostenuto anche dal Gruppo alpini

Il tempietto ritrova i colori di un tempo

Morbegno, continuano i lavori per restaurare la struttura che ricorda i caduti della Seconda guerra mondiale. L’intervento si è però rivelato più complesso e si cercano ancora fondi. Sabato 18 gennaio ci sarà la fiaccolata.

Tempietto rimesso a nuovo: Morbegno risponde, ma servono ancora risorse per completare il restauro. Durante la serata di sabato 18 gennaio, quando si terrà la commemorazione della battaglia di Warwarowka, sarà possibile vedere sul posto i risultati del lavoro realizzato sinora al tempietto e, al tempo stesso, si potrà contribuire concretamente con una donazione per i lavori, che sono ancora lunghi e si sono dimostrati più impegnativi del previsto.

Il gruppo spontaneo “Amici del tempietto” (cioè Annalisa Acquistapace, giornalista da sempre legata affettivamente al luogo del ricordo dei Caduti, Paola Mondin, restauratrice nonché nipote di quell’ Ettore Macciolini che fu fra i “padri”del tempietto e Roberto Paruscio, noto architetto morbegnese), affiancato dal Gruppo alpini di Morbegno, nei mesi scorsi ha lanciato una raccolta fondi tra i morbegnesi per sostenere l’intervento di restauro al tempietto votivo necessario a conservare nomi e memoria di quanti non tornarono dalla Seconda guerra mondiale.

L’iniziativa, indirizzata a uno dei luoghi di culto e del ricordo per antonomasia della città del Bitto, è nata per ridare smalto ai nomi sulle pareti di questo tempietto. Un intervento che ha richiamato da subito l’attenzione e i contributi dei morbegnesi. «In questi mesi dall’inizio dei lavori, avvenuto tra settembre e ottobre, è stata ripulita la parete del lato sinistro del tempietto con le opere di ripristino del fondo e interventi come le stuccature - spiegano gli “Amici del tempietto”- ed è stata ridipinta riportandola ai colori originali. Ora il cantiere è sospeso perché le temperature rigide compromettono la presa dei materiali. Si sta intervenendo anche sulle lastre di pietra sulle quali sono riportati i nomi dei caduti dei paesi delle valli del Bitto».

«I lavori riprenderanno non appena la stagione lo consentirà e oltre a proseguire per completare anche la parete destra, si dovrà pensare a una soluzione per i problemi della copertura: durante il cantiere, infatti, abbiamo dovuto affrontare le perdite dal tetto del tempietto che portano infiltrazioni sulle pareti su cui è in corso il restauro. In seguito poi anche i cannoni saranno oggetto di lavori». Per chi fosse sensibile alla tematica il 77esimo anno di commemorazione dei caduti di tutte le guerre della campagna di Russia e delle battaglie di Warwarowka e Nikolajewka sarà un’occasione per dimostrare la vicinanza al tempietto votivo. La cerimonia si svolgerà sabato 18 gennaio a Morbegno dalle 19 in piazza Mattei dove alle 19,45 è stata fissata la partenza del corteo con la fiaccolata che si sposerà sino al tempietto votivo attraverso via Nani, piazza Marconi e via San Marco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA