Il sindaco Masanti: «Un colpo durissimo  “Paridino” è cresciuto qui, su queste piste»
Paride Cariboni in pista con lo snowboard

Il sindaco Masanti: «Un colpo durissimo

“Paridino” è cresciuto qui, su queste piste»

Nelle sue parole c’è il dolore di tutta la comunità del paese della Valle Spluga. La speranza di ricevere informazioni confortanti da Bergamo, purtroppo, è durata poco più di un’ora.

«Questa tragedia è un colpo durissimo per tutta Madesimo». Nelle parole del sindaco Franco Masanti c’è il dolore di tutta la comunità del paese della Valle Spluga. La speranza di ricevere informazioni confortanti da Bergamo, purtroppo, è durata poco più di un’ora.

Masanti ricorda d’aver incontrato il giovane agente immobiliare pochi giorni fa, per mostrargli una targa realizzata per la via intitolata al nonno Paride, imprenditore e protagonista dell’attività degli impianti di risalita fino agli anni Novanta.

«Ce lo ricordiamo tutti, “Paridino”, sin da quand’era bambino e giocava con i coetanei di Madesimo – ha raccontato il primo cittadino -. Poi è cresciuto qui, in paese e sulle nostre piste era di casa. La sua famiglia è molto legata a noi, ora siamo tutti vicini ai Cariboni in questo momento di dolore». Anche nei bar del centro, nel primo pomeriggio, è venuta meno la voglia di godersi la giornata di neve sulle piste. È diventato troppo forte, per i giovani del posto e i coetanei che frequentano da molti anni la località sciistica, il dispiacere per la tragedia avvenuta qualche ora prima. «Proprio lui, lui che era di casa in paese e sulle nostre piste», hanno osservato vari giovani.

Anche sui social network, come spesso accade in questi momenti di dolore, si sono letti numerosi messaggi carichi d’affetto e cordoglio. «Un pensiero alla famiglia Cariboni in questo terribile momento – ha scritto il presidente della Provincia Luca della Bitta che, proprio ieri, si trovava a Madesimo per un’iniziativa dedicata alla Ritirata di Russia -. Siamo riconoscenti anche per tutto quello che ha fatto per il nostro territorio». «Sincero, umile e solare, ti ricorderemo così», scrive un amico. n 
S. Bar.


© RIPRODUZIONE RISERVATA