Giovedì 18 Luglio 2013

Il ritrovo all’alpe

delle Pene Nere

1,2 e 3 Tre momenti della festa all’alpe di Lagazzuolo con gli alpini. Ha partecipato anche il sindaco di Chiesa, Miriam Longhini

Grazie anche alla bella giornata la festa dell’Accoglienza in alpe Lagazzuolo di sabato scorso si è svolta al meglio.

E’ la prima ad aprire il calendario delle attività estive della parrocchia di Chiesa, ma è soprattutto l’evento estivo per antonomasia del Gruppo Alpini di Chiesa, di quelli dell’intera Valmalenco e anche della “sovrastante” sezione Valtellina di Sondrio.

Da sei anni a questa parte, infatti, le Penne Nere si danno appuntamento a luglio a Lagazzuolo dove, alcuni anni fa, hanno sistemato l’alpeggio abbandonato realizzando una struttura ad hoc, tutta in legno, dove si ritrovano puntualmente per dare il benvenuto alla stagione estiva. Quest’anno al ritrovo ha partecipato anche Alberto Del Martino, presidente della sezione Valtellinese di Sondrio degli Alpini, insieme a Marino Amonini, direttore della rivista sezionale, “Valtellina Alpina”, ai consiglieri sezionali Ivan Pizzini, della commissione giovani, e Rino Masa, in rappresentanza della Valmalenco, al maggiore Diego Testini e al capitano Matteo D’Amico, del Nizza Cavalleria, e al comandante della stazione dei Carabinieri di Chiesa, Alessandro Di Roio.

Immancabili, poi, don Alfonso Rossi, parroco di Chiesa, che ha celebrato la Messa, e il sindaco di Chiesa, Miriam Longhini che è intervenuta sottolineando l’impegno degli Alpini del posto anche in sede di ristrutturazione e recupero dell’alpeggio abbandonato, valorizzato e fatto rivivere in tutto il suo splendore, ai bordi del caratteristico laghetto alpino.

Il presidente Del Martino, per parte sua, ha poi ricordato altri due importanti appuntamenti che si terranno in Valmalenco nei prossimi mesi. A cominciare da settembre, dato che, il giorno 7, durante la Messa delle 18 al Santuario della Madonna degli Alpini di Chiesa, verrà consegnata ai famigliari di Pierino Fanoni, classe 1920, disperso in Russia durante la Seconda Guerra Mondiale, la matricola ritrovata proprio in Russia, nel gennaio scorso, da un alpino valtellinese. Il 2 marzo dell’anno prossimo, infine, sarà poi la Valmalenco ad ospitare il Campionato italiano di sci alpinismo degli Alpini assegnato al Gruppo Ana di Lanzada.

© riproduzione riservata