Il revisore dei conti dice no, ma il bilancio di Dubino viene approvato
Il consiglio comunale di Dubino (Foto by Foto D’Archivio)

Il revisore dei conti dice no, ma il bilancio di Dubino viene approvato

Il sindaco Nonini fa presente che il documento di previsione è a posto. Il diniego è sulla mancata richiesta di parere su due assunzioni future.

Il revisore dei conti punta i piedi su una delibera di giunta che riguarda il personale e dà parere negativo al bilancio di previsione che il consiglio comunale sceglie comunque di approvare in attesa di convalidare l’atto della giunta. Una situazione definita dallo stesso sindaco «anomala e inattesa» si è presentata lunedì sera al consiglio di Dubino chiamato ad approvare il bilancio di previsione per il 2019, nonostante il parere negativo del revisore dei conti. «Abbiamo inviato la documentazione di bilancio il 28 febbraio - è stato spiegato al consiglio - e soltanto oggi (lunedì) il revisore che aveva dato un pre-parere favorevole ha comunicato formalmente il suo parere negativo».

Il sindaco Emanuele Nonini ha specificato che «abbiamo approfondito con gli uffici e la segretaria comunale i contenuti del bilancio che risultano pienamente in ordine, non presentano criticità né problemi contabili. Ciò che viene contestato dal revisore riguarda una delibera di giunta dello scorso novembre legata al personale, che tiene conto del pensionamento di due figure e quindi inserisce la previsione di altrettanti nuovi ingressi i cui effetti rientrano nel bilancio per il piano triennale di fabbisogno del personale e sono in linea con le possibilità di spesa previste dalla normativa».

La mancata acquisizione del parere per quell’atto è stata contesta dal revisore, Alessandra Mascheroni, tanto da decidere di non dare il proprio benestare al bilancio. «Verificata comunque la piena regolarità del previsionale e del triennale, abbiamo deciso di procedere con l’approvazione del bilancio per consentire alla macchina amministrativa di procedere. Per sanare la situazione che riguarda la delibera di giunta provvederemo alla sua convalida dopo aver acquisito il relativo parere del revisore».

Nessun dubbio quindi sul contenuto del bilancio che nei dati salienti conferma tasse e tariffe rivolte ai cittadini con l’Imu che resta ferma al 7,6 per mille per l’aliquota base e 9,6 per mille sulla categoria D.

La Tasi che riguarda i servizi indivisibili viene confermata all’1 per mille su tutti i fabbricati e le aree edificabili escluse le abitazioni principali e i terreni agricoli. Nessun aumento per la tassa sulla raccolta e smaltimento dei rifiuti. Tra gli investimenti in programma per il 2019 rientra il progetto sui campi da tennis di Dubino e l’area giochi di Nuova Olonio con 98mila euro di cui 60mila del contributo a fondo perso sugli investimenti erogato dalla Comunità montana e integrato da 38mila euro di oneri di urbanizzazione e altri 65mila euro (50mila del contributo del ministero dell’Interno e 15mila di fondi propri di bilancio) per la sistemazione dell’ingresso est di Dubino in corrispondenza con il disinnesto della tangenzialina i cui lavori sono attualmente in corso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA