Il ponte verso il parco, consegnato il progetto: tempi ancora incerti a Sondrio
Il rendering del nuovo ponte che collegherà il bocciodromo al parco Bartesaghi

Il ponte verso il parco, consegnato il progetto: tempi ancora incerti a Sondrio

La giunta ha approvato la documentazione . Agli uffici toccherà dare il via alle procedure d’appalto. L’infrastruttura sarà lunga 60 metri e larga quattro.

Sarà lungo una sessantina di metri, largo quattro e avrà come tratto distintivo un’arcata di colore bianco. È pronto il progetto esecutivo per il nuovo ponte ciclopedonale che collegherà la zona del bocciodromo con il parco Bartesaghi, uno degli interventi del piano sulla Piastra presentato sul bando nazionale per le periferie.

La nuova giunta comunale ha approvato la documentazione e ora gli uffici daranno il via alle procedure per l’appalto e l’affidamento dei lavori. Il progetto è stato messo a punto da un team composto dagli ingegneri Emanuele Barbera, Stefano Boninsegna, Michele Soffietti, Luca Schenatti e Giuseppina Bazzoni e dal geologo Danilo Grossi, con un investimento previsto di 1,6 milioni di euro, parte dei circa 12 milioni stanziati dallo Stato.

La nuova passerella, che troverà posto poco a nord del viadotto della tangenziale, consentirà a pedoni e ciclisti di superare il Mallero immettendosi direttamente nel sistema di piste ciclopedonali del parco al confine ovest della città. L’accesso al nuovo ponte verrà dunque realizzato nei pressi del bocciodromo, collegando la struttura alla pista ciclopedonale su via Gramsci e di lì ai vari percorsi nel quartiere sud-ovest.

Nei programmi iniziali dell’amministrazione Molteni l’intervento per la realizzazione del nuovo ponte ciclopedonale sarebbe dovuto partire già nel mese del giugno, poi la scadenza è slittata e nel calendario il progetto è stato “scavalcato” dai lavori di riqualificazione della via Maffei, che dovrebbero partire a breve e per i quali giusto pochi giorni fa è stato affidato l’incarico di coordinatore per la sicurezza. Nel frattempo sul tavolo della nuova giunta dovrebbe arrivare anche l’esecutivo della passerella a sbalzo sul Mallero che collegherà la zona del settimo ponte con la nuova struttura ciclopedonale verso il parco Bartesaghi: anche qui l’investimento previsto è di circa 1,6 milioni di euro, con un piccolo aumento dei costi dovuto alle prescrizioni della Soprintendenza sulle ringhiere. Anche in questo caso, il cronoprogramma originario prevedeva l’avvio degli interventi nel mese di settembre, ma servirà un po’ più di tempo.

Nelle prossime settimane la nuova amministrazione del sindaco Marco Scaramellini esaminerà diversi documenti legati al piano finanziato sul bando periferie: per alcuni interventi la giunta Molteni ha già completato l’iter previsto, per gli altri si attende il via libera della nuova giunta.

«Per l’approvazione dei progetti esecutivi inseriti nel programma sono previste scadenze ben precise nella convenzione con lo Stato – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Massera -, quindi con gli uffici completeremo le pratiche in tempi brevi. I diversi progetti verranno poi sviluppati nel triennio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA