Il ponte sull’Adda sarà più sicuro  C’è bisogno di un intervento urgente
Gli ultimi controlli che sono stati fatti al ponte di Traona

Il ponte sull’Adda sarà più sicuro

C’è bisogno di un intervento urgente

La Provincia ha deciso di affidare la progettazione per il consolidamento strutturale

«Puntare solo ad averne uno nuovo significherebbe attendere anni per dare una soluzione»

Obiettivi a breve termine la messa in sicurezza e l’innalzamento del limite di portata dei veicoli e in prospettiva una nuova infrastruttura che sostituisca l’esistente. Sono queste le decisioni assunte di recente dalla Provincia per il ponte sull’Adda lungo la strada provinciale che collega Cosio Valtellino e Traona e che è anche sbocco dello svincolo della nuova statale 38 verso la costiera dei Cech.

La Provincia ha deciso di affidare la progettazione per il consolidamento strutturale del ponte, stabilito sulla base dei risultati delle verifiche effettuate negli ultimi mesi dello scorso anno quando sono state condotte le indagini sulla struttura ed eseguita la prova di carico.

«L’ingegnere incaricato – spiega il presidente della Provincia, Elio Moretti– ha prodotto anche una proposta di intervento a seguito dell’analisi che ha evidenziato la necessità di una manutenzione straordinaria urgente. Puntare solamente ad avere un nuovo ponte significherebbe attendere tre o quattro anni per dare una soluzione. Per questo abbiamo ritenuto di non dover lasciare, per tutto questo tempo, una infrastruttura “a mezzo servizio”, su cui gravano il limite alla circolazione dei soli veicoli leggeri, il senso unico alternato e la prescrizione di interdire la circolazione in concomitanza di eventuali allerte per possibili eventi di piena».


© RIPRODUZIONE RISERVATA