Il Palio compie 60 anni, ma con tanta voglia di novità

Il Palio compie 60 anni, ma con tanta voglia di novità

Continuano gli anniversari importanti per il Palio delle contrade: nel 2018 sono ricorsi i settant’anni dall’esordio della manifestazione, che quest’anno raggiunge la sessantesima edizione.

Il Palio, che si svolgerà dal 30 agosto al 7 settembre, può vantare di essere uno degli eventi sportivi più longevi nel panorama provinciale.

«Visti i suoi lustri - riflettono gli organizzatori della Pro loco di Sondrio -, se si trattasse di un essere umano, si troverebbe nell’età della maturità, ormai orientato verso la senilità. Ma non è così, perché il Palio è sempre stato ed è sempre giovane. Sempre si è rinnovato e si rinnova, grazie ai molti volontari che nei decenni si sono susseguiti. Nell’ultimo, le redini della conduzione sono state prese dagli Amici del Palio, lo scorso anno poi trasformatisi in Pro loco di Sondrio».

Non solo riflessioni quelle degli organizzatori, ma novità concrete, con cui sarà arricchita l’edizione del Palio di quest’anno. A partire dalla data di esordio, venerdì 30 agosto, quando si disputerà la “Rocce Rosse Run - R3”, gara di corsa non competitiva di circa 5 chilometri tra i vigneti e le frazioni. Giusto il tempo, la sera stessa, di dare il via alle sfide sportive tra le nove contrade in gara, che sabato 31 agosto andrà in scena la settima edizione della “Gara dei carretti pazzi”.

La giornata intensa di sabato proseguirà con l’inaugurazione ufficiale del Palio in piazza Garibaldi. Dopo il primo gioco a sorpresa e nuove sfide sportive, la notte separerà i contradaioli dall’affrontare un’altra novità: domenica 1 settembre sarà proposta la “Màler Cartùn Race”, una gara di galleggiamento lungo l’ultimo tratto del torrente Mallero, verso la confluenza con l’Adda, di imbarcazioni realizzate unicamente in cartone e assemblate con nastro adesivo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA